Minore le si avvicina per scipparla, anziana tenta di non farsi rubare la borsa e viene strattonata, cadendo per terra e sbattendo violentemente la testa

In brevissimo tempo, i Carabinieri mettono fine alla fuga del giovane scippatore 

Protagonista dell’episodio, avvenuto a Modugno, un minorenne del posto, rintracciato e arrestato dai Carabinieri della locale Compagnia. Il fatto è avvenuto nella centrale via Imbriani.

Il giovane, noto alle forze dell’ordine, si è avvicinato alla signora, 70enne e sorprendendola alle spalle le ha strappato la borsa; tuttavia l’anziana ha opposto resistenza aggrappandosi alla borsa, cercando di far desistere il malfattore.

Per tutta risposta il ragazzo con un forte strattone l’ha fatta cadere per terra, riuscendo a sottrarre la borsa e a scappare a piedi. La donna, nel cadere, ha sbattuto violentemente la testa per terra e, dopo i primi soccorsi di alcuni passanti e della pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Modugno, è stata medicata, sul posto, dal personale del 118 che l’ha poi trasportata presso l’Ospedale Mater Dei dove veniva dimessa con una prognosi di 15 giorni.

La fuga del giovane scippatore è stata, comunque, brevissima.

I militari intervenuti, allertati da un passante che ha soccorso l’anziana signora, si sono messi subito sulle tracce dell’autore del reato che, durante la colluttazione, ha perso il telefono cellulare; è bastato, quindi, poco per risalire alla sua identità peraltro confermata da alcune testimonianze, ossia da chi lo ha sorpreso mentre rovistava all’interno di una borsa, in una via limitrofa al luogo dello scippo, poi abbandonata priva del denaro.

Una volta rintracciato il giovane, messo davanti al fatto compiuto, ha ammesso le sue colpe, fornendo anche indicazioni per il successivo rinvenimento del giubbino indossato per commettere lo scippo e gettato in un bidone dei rifiuti.

A questo punto, per il minorenne, che peraltro a febbraio scorso si è reso responsabile di un altro scippo,  è stato arrestato per rapina aggravata e lesioni personali.

Accompagnato presso l’Istituto Penale Minorile “Fornelli” di Bari dopo la convalida dell’arresto il Tribunale per i Minorenni ha disposto la liberazione con l’obbligo di permanenza in casa.

Torna in alto