Ultimo quarto strepitoso e per la White Wise arriva il secondo successo consecutivo

Con 37 punti realizzati negli ultimi dieci minuti la compagine di Paternoster ribalta il risultato contro Salerno e dà continuità alla vittoria di Avellino. Finisce 96-84. Ora due trasferte consecutive (Angri e Molfetta). L’incasso devoluto a Dory Colavitto, vittima di una terribile aggressione da parte dell’ex compagno

37 punti in dieci minuti (parziale da “All star” Nba) e passa la paura. Con uno straordinario ultimo quarto, chiuso con un parziale di 37-14, alla White Wise riesce la “remuntada” e arriva la seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta ad Avellino. Proprio prima del match in Irpinia, le quattro successive partite erano state indicate come un vero e proprio spartiacque stagionale: un poker di match che doveva segnare la riscossa monopolitana e, per il momento, così è stato. Contro Salerno gli uomini di Paternoster la spuntano alla distanza, con un’ultima frazione strepitosa (iniziata con 11 punti di svantaggio). Altro aspetto da sottolineare, ben 6 uomini in doppia cifra: Merlo, Laquintana, Obinna, Di Giuliomaria, Bini e Natalini. Finisce 96-84: ora la White Wise è attesa da due trasferte consecutive: domenica ad Angri (e si chiuderà il girone d’andata), e la domenica successiva a Molfetta per iniziare il girone di ritorno. La partita. Cominciano bene i padroni di casa con un parziale di 11-2 nei primi tre minuti, ma Salerno entra subito nel match e i primi dieci minuti si chiudono con i salernitani in vantaggio di 1 (16-17). Nel secondo quarto meglio Salerno, che raggiunge anche un massimo vantaggio di 12 punti; una tripla di Laquintana riporta Monopoli a -5, parziale con il quale si va all’intervallo lungo. Dopo la pausa, inizialmente si va avanti sul filo dell’equilibrio (al 25’ sorpasso Monopoli con Obinna), ma nella seconda parte del terzo quarto i padroni di casa spengono la luce e Salerno si porta addirittura sul +15 (55-70), parzialmente ridotto da due canestri consecutivi di Di Giuliomaria e Merlo. Il vero capolavoro monopolitano è negli ultimi dieci minuti: al 32’ una tripla di Bini riporta la White Wise a -4, trascorrono pochi secondi ed ecco due triple consecutive di Laquintana per il sorpasso. Monopoli non si ferma più: realizzano Bini, Obinna, ancora una tripla di Laquintana ed è +9. Salerno prova a rifarsi sotto (arriva al massimo a sei lunghezze di distacco), ma a Monopoli non viene il “braccino” e gestisce bene fino alla fine, chiudendo con 37 punti realizzati negli ultimi dieci minuti e con un eloquente 96-84 finale. Quinta vittoria in campionato, seconda consecutiva. Domenica, ad Angri, si andrà alla ricerca del tris. È stata una serata importante dal punto di vista sociale, perché tutto l’incasso è stato devoluto a Dory Colavitto, la sfortunata mamma monopolitana vittima di una terribile aggressione da parte dell’ex compagno ed ora bisognosa di cure e sostegno. Questa è la vittoria più bella della serata alla tensostruttura.

 

White Wise Basket Monopoli– Ldr Power Basket Salerno 96-84 (16-17, 39-44, 59-70, 96-84)

White Wise Basket Monopoli: Merlo 12, Ravelli n.e., M. Annese 1, Laquintana 21, A. Annese 0, Obinna 21, Di Giuliomaria 13, Bini 18, Fernandez Lang 0, Natalini 10

Ldr Power Basket Salerno: Basile 5, Manisi 6, Cheves 2, Tersillo 4, Favaretto 25, Loiq Marie 0, Zampa 7, Misolic 6, Zanini 12, Ani 17

Torna in alto