VIDEO/FOTO – Monopoli, matrimonio in divisa in Cattedrale

A convolare a nozze sono stati il precedente Comandante della locale Compagnia Carabinieri Magg. Emanuele D’Onofri e la giornalista Sara Tufariello

Monopoli è una città che ti resta nel cuore. E così deve essere stato per il Magg. Emanuele D’Onofri (Comandante della locale Compagnia Carabinieri dal 2017 al 2021 e, attualmente al Comando della Compagnia Carabinieri di Monza) e la nota giornalista Sara Tufariello che, sabato pomeriggio, sono tornati in città per le proprie nozze, celebrate presso la sontuosa Basilica Cattedrale “Maria SS.ma della Madia” – dall’ex vice-parroco don Carlo Semeraro – dove si sono giurati amore eterno, pronunciando il fatidico “sì”.

Un motivo di orgoglio per l’intera comunità monopolitana che, assieme alla nostra redazione di “The Monopoli Times”, coglie l’occasione per rinnovare agli sposi i migliori auguri per una lunga e felice vita insieme.

Un matrimonio in divisa che ha destato grande curiosità sin dall’arrivo della sposa, accolta dai militari in Alta Uniforme schierati sull’attenti ai lati del portone di ingresso della chiesa; al termine del rito nuziale, si è assistito al prestigioso picchetto d’onore: gli sposi sono passati sotto il cosiddetto ponte di sciabole innalzato non appena hanno varcato la soglia su ordine del comandante che ha ordinato “l’attenti”.

Come da tradizione, l’uscita dal ponte di sciabole era organizzata in modo che gli ultimi due militari del picchetto hanno impedito l’uscita della coppia dal ponte, incrociando in basso le loro spade sciolte solo dopo il bacio degli sposi che ha scandito anche un altro momento: quello in cui un militare, con un colpo di sciabola, ha fatto cadere il cappello dello sposo.

LE FOTO