I manifestanti auspicano che si adotti una soluzione alternativa


Opinione pubblica divisa a Monopoli sulla collocazione del tanto atteso presidio permanente dei Vigili del Fuoco al posto del laboratorio Urbano “Musica d’Attracco”


 

🎥 Il "no" di cittadini, associazioni ed opposizione, che hanno presentato perciò un documento, alla chiusura del Laboratorio Urbano "Musica d'attracco" per ospitare, seppur temporaneamente, il tanto atteso presidio permanente dei Vigili del Fuoco a Monopoli

Pubblicato da The Monopoli Times, Giornale e Web TV News su Sabato 27 giugno 2020

“Fateci Spazio”. Questo, l’appello lanciato da singoli cittadini ed associazioni cittadine, sostenute in questa battaglia dai partiti politici e dalle liste civiche d’opposizione, attraverso il sit-in cittadino di ieri pomeriggio nel parcheggio antistante al Laboratorio Urbano “Musica d’Attracco”, dove l’attuale Amministrazione Comunale intende, seppur temporaneamente, allocarvi la sede del tanto atteso presidio permanente dei Vigili del Fuoco. 

Il “no” alla chiusura, motivato dal fatto che contenitori culturali come la Biblioteca Civica “Prospero Rendella” ed il Teatro Radar non risponderebbero a determinate esigenze, è stato esplicitato nel documento presentato, in cui si auspica che sia “la stessa Giunta Regionale a pretendere che Musica D’Attracco resti un Laboratorio Urbano, e lo facciamo perché crediamo nella continuità di Bollenti Spiriti, e domandiamo al Presidente Michele Emiliano di impegnarsi affinché gli investimenti sostenuti dalla Regione non vadano perduti, ponendosi come interlocutore affinché si possa individuare il modo per dare finalmente vita a Musica d’Attracco senza che questo avvenga attraverso un bando impossibile“.