VIDEO/FOTO – Auto in fiamme nella notte, tragedia sfiorata a Monopoli

Mentre l’incendio si propagava alla palazzina sovrastante, i Carabinieri hanno tratto in salvo una donna che si trovava all’interno

 

 

Paura, la scorsa notte, a Monopoli, in via Mario Petrarolo, dove un’autovettura (una Fiat 500 nuovo modello) ha preso fuoco, intorno all’una, verosimilmente per un’autocombustione che avrebbe fatto avvicinare il veicolo alla palazzina sovrastante.

Le fiamme si sono propagate, danneggiando seriamente una lavanderia Self Service, all’interno della quale, in quegli istanti, si trovava la proprietaria, rimasta intrappolata.

La tragedia è stata sfiorata grazie al tempestivo e prodigioso intervento dei Carabinieri della Compagnia di Monopoli che, infrangendo la vetrina dell’attività commerciale con un estintore, sono riusciti a far uscire la donna, una 33enne, ed a trarla in salvo poco prima dell’arrivo dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Putignano, che hanno domato le fiamme.

La donna era impossibilitata ad uscire in quanto l’autovettura in fiamme era posizionata di fronte al portone di ingresso, impedendole la fuga; in attesa dei soccorsi, con il locale ormai saturo di fumo, la giovane è riuscita a tamponare l’inalazione del fumo, con un fazzoletto bagnato.

In seguito, i militari ed i Vigili del Fuoco hanno ispezionato gli edifici attinti dalle fiamme, constatando che la lavanderia riportava ingenti danni, fra i quali la serranda d’ingresso distrutta e il cedimento di parte della facciata esterna. All’interno, invece, i fumi avevano completamente saturato i locali, danneggiando altresì l’impianto elettrico, le cui riparazioni sono ancora in corso. Nell’incendio veniva danneggiato l’appartamento situato al primo piano dello stabile, evacuato dagli occupanti prima che le fiamme potessero penetrare all’interno, mentre l’autovettura dalla quale sono scaturite le fiamme è stata completamente distrutta. 

Sono in corso indagini unitamente alla Procura di Bari per accertare l’esatta natura del rogo, verosimilmente derivante da un corto circuito del mezzo.

Nessuna persona perita. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.