La verità sulla TASI 2016 e IMU Agricola 2016

Tempo di scadenze per i contribuenti. TASI abolita per l’abitazione principale

Per i contribuenti è tempo di scadenze; una fra tutte, si avvicinano quelle dell’acconto TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili) 2016 e IMU Agricola 2016.

In questi casi, però, la chiarezza non è mai troppa ed è doveroso aprire questa parentesi.

Alla pagina http://www.comune.monopoli.ba.it/IlMunicipio/Tributietariffe/TASI/tabid/1722/language/it-IT/Default.aspx del sito internet comunale (ultimo aggiornamento: 4 febbraio 2016) al paragrafo “Presupposto” è specificato che il presupposto della TASI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di aree edificabili e fabbricati, esclusa l’abitazione principale non classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e le relative pertinenze (nella misura massima di una pertinenza per ciascuna categoria catastale C/2, C/6 e C/7).

Per quanto concerne, invece, il pagamento dell’IMU Agricola 2016, alla pagina http://www.comune.monopoli.ba.it/IlMunicipio/Tributietariffe/IMU/tabid/1104/language/it-IT/Default.aspx#detrazioni del sito internet comunale (ultimo aggiornamento: 4 febbraio 2016) al paragrafo “ESENZIONI – AGEVOLAZIONI – DETRAZIONI” è specificato che sono esenti dal pagamento dell’imposta i seguenti immobili:

§ …

§ i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti nella previdenza agricola

§ …

Inoltre, come prevede la norma, al paragrafo “AGEVOLAZIONI per l’agricoltura” nella stessa pagina web, si specifica che le aree fabbricabili possedute (anche in quota parte) e condotte per fini agro-silvo-pastorali da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti nella previdenza agricola, sono esenti come i terreni agricoli.

Trattandosi di agevolazioni la cui spettanza non può essere altrimenti rilevata dall’ufficio, occorre presentare apposita denuncia IMU entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta. Alla dichiarazione devono essere allegati o autocertificati il possesso dei requisiti oggettivi e soggettivi per l’agevolazione.