Monopoli, dal campo della disabilità allo stadio: 9 associazioni ospiti del “Veneziani” per il posticipo con Giugliano

La SS Monopoli 1966, in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità del 3 dicembre, proclamata dall’ONU nel 1992 con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inclusione e il rispetto dei diritti delle persone disabili, si è unita alle iniziative promosse da Lega Pro e da tutte le società che partecipano al campionato Serie C NOW 2023/24, insieme alla Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della FIGC.

In occasione del posticipo di lunedì 4 dicembre 2023 con Giugliano, infatti, nove associazioni di Monopoli che operano nel campo della disabilità sono state invitate dal club e sono state ospiti, attraverso una propria delegazione, allo stadio Vito Simone Veneziani. Con le realtà Per Loro, Afaup, Angsa, Smile Friends, Unitalsi, Arcobaleno, Santa Caterina, Baskin, Fede e Luce, in tribuna presente anche una rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Monopoli, con il sindaco Angelo Annese e l’assessore ai Servizi Sociali Miriam L’Abbate.

“Da qualche settimana stiamo portando avanti iniziative promozionali nell’ottica di avvicinare il tessuto sociale e associativo della città e del territorio circostante alla realtà calcistica di Monopoli – ha detto il presidente della SS Monopoli 1966 Francesco Rossiello – In occasione di questa giornata così importante è per noi un onore ospitare le associazioni che si spendono a favore delle persone con disabilità, ritenendo il loro impegno quotidiano di fondamentale importanza per la crescita di tutta la comunità”.

“L’iniziativa del Monopoli Calcio di ospitare allo stadio Veneziani in occasione della gara di lunedì 4 dicembre alcune associazioni impegnate quotidianamente a sostegno e supporto delle persone con disabilità – ha commentato l’assessore comunale Miriam L’Abbate – è testimonianza dell’attenzione che tutta la comunità monopolitana riserva al comparto ed è un significativo messaggio di civiltà”.

Di seguito si condivide il comunicato di Lega Pro.

La Lega Pro al fianco delle persone con disabilità

La Lega Pro e le 60 società che partecipano al campionato Serie C NOW 2023/24 celebrano, insieme alla Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della FIGC, la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità del 3 dicembre, proclamata dall’ONU nel 1992 con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inclusione e il rispetto dei diritti delle persone disabili.

La Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della FIGC, fondata nel 2019, ha come obiettivo fondante lo sviluppo e la diffusione della pratica calcistica per le persone disabili e organizza una Competizione di calcio a 7 che attualmente vede la partecipazione di 180 squadre di 16 diverse Regioni e di oltre 2600 atlete ed atleti. Non a caso, lo slogan del torneo è “Il Calcio è di tutti!”.

In occasione delle partite della 16a giornata, previste nel prossimo weekend, verranno svolte negli stadi della Serie C NOW delle attività appositamente organizzate per l’evento. Sui maxischermi sarà proiettata una clip realizzata dalla DCPS, gli speaker leggeranno un messaggio dedicato e, dove possibile, sui campi da gioco sfileranno delegazioni composte da atleti appartenenti a club DCPS della zona, in alcuni casi direttamente affiliati alle squadre che poi saranno protagoniste della partita.

Il Presidente DCPS, Franco Carraro: “La Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale è lieta di sottolineare, insieme alla Lega Pro, l’importanza della Giornata mondiale dei diritti delle persone con disabilità, un’occasione fondamentale per diffondere il messaggio che, giorno dopo giorno, si propone di trasmettere la nostra Divisione: il calcio è di tutti e deve essere aperto a tutti, superando ogni pregiudizio e ogni barriera”.

“Sarà una giornata di festa, la 16a, per la Serie C NOW – dice il presidente della Lega Pro, Matteo Marani – perché grazie ai ragazzi della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale ci ricorderemo di quanto sia importante la responsabilità sociale, e di quanto possiamo fare insieme ai nostri club. C’è tanto da imparare da loro: la sana passione, l’allegria, la voglia di giocare solo per divertirsi”. La Serie C NOW sarà in prima fila per confermare il diritto di fare calcio ad ogni soggetto che lo ama, portando con fierezza un messaggio di fair play e di inclusione sportiva e sociale.

Sarà un’occasione per ricordare a tutti i presenti l’importanza dell’abbattimento di ogni barriera, ideale e materiale, e di come la condivisione e la solidarietà si sposino perfettamente con la natura dello sport in generale e del calcio in particolare.

Torna in alto