In Italia ci sono più risparmiatori, è record in Europa: cosa si può fare con i soldi non spesi?

In Europa gli italiani continuano ad essere dei perfetti risparmiatori, i migliori in questo. Con uno sguardo sempre puntato verso il futuro, infatti, il popolo italiano con sacrificio e impegno riesce mensilmente a mettere da parte una discreta quantità di denaro. Lo confermano i dati europei: evidenziano come in tempo di pandemia il popolo italiano si sia rivelato risparmiatore e lungimirante per far fronte alla recente crisi economica aggravata dalla situazione Covid.

Gli italiani sono i cittadini che risparmiano di più: alcuni numeri

Secondo i dati rilevati dall’European consumer payment report (ECPR), nell’intervallo di tempo tra Ottobre e Novembre 2020, l’83% degli italiani intervistati ha sostenuto di risparmiare una cifra ogni mese. In Europa questa percentuale scende, invece, al 76%: un dato che sottolinea come gli italiani siano i più virtuosi in questo periodo di crisi. Ma il dato più interessante riguarda i prestiti: la maggior parte degli italiani che ha partecipato al sondaggio ha affermato di non voler impegnarsi in grandi acquisti o prestiti onerosi finché la crisi globale dovuta alla pandemia non sarà terminata. 

La crisi ha infatti spaventato il popolo italiano, privato di certezze dalla pandemia, che mai come in questo caso ha deciso di fare di necessità virtù. Tuttavia, senza considerare l’emergenza sanitaria che ha colpito duramente il paese, questa tendenza risulta ben radicata già da qualche anno. Già nel 2019, il 52% delle famiglie italiane intervistate dichiarava di mettere soldi da parte ogni mese, contro un 48% che preferiva non fare particolari rinunce. 

Come investire i propri risparmi? Ecco alcune idee

Gli italiani, e non solo, quando risparmiano lo fanno per diversi motivi possibili: per il futuro dei propri figli, ad esempio, è uno dei motivi più celebri e diffusi messi in atto da molte giovani famiglie. Gli studi e le varie spese da sostenere, infatti, diventano in quel caso una spesa che potrebbe essere ammorbidita proprio da questi risparmi.

Una possibile idea da tenere in considerazione per far fruttare i propri risparmi è quella di aprire un conto deposito, un vero e proprio investimento a lungo termine. Per aprirne uno, oggi, basta davvero poco: sul web esistono diverse soluzioni, come quella di Santander Consumer Bank, ad esempio, che permette di aprire un conto deposito direttamente online. Basterà, infatti, seguire alcuni semplici step per poter iniziare da subito ad effettuare le prime operazioni.

Un’ultima possibile azione da fare con i propri risparmi riguarda una loro conservazione contro l’inflazione. L’indice dei prezzi al consumo, vista la recente crisi economica globale, potrebbe tornare a crescere. Per difendersi dal rischio di inflazione è quindi possibile investire in strumenti finanziari indicizzati. In questo modo, la tua somma di denaro non perderà di valore negli anni e ti permetterà di tenere al sicuro i tuoi soldi grazie a vincoli di durata assolutamente personalizzabili in completa autonomia. Inoltre, convertire i risparmi in metalli preziosi può essere una valida soluzione contro il pericolo dell’inflazione. In base al tasso di conversione è possibile investire soprattutto in oro o argento.