L’esempio Monopoli portato al convegno Arpa Puglia sull’ambiente

Nel corso dell’incontro il Sindaco ha relazionato sulle azioni passate e future

 

“5 anni per l’Ambiente. Scenari per il futuro verde della Puglia”. Un convegno per sintetizzare le attività svolte da Arpa Puglia negli ultimi cinque anni si è tenuto venerdì 15 ottobre 2021a Villa Romanazzi Carducci a Bari.

Sono intervenuti, tra gli altri, l’assessore regionale all’Ambiente, Anna Grazia Maraschio, in collegamento l’assessore regionale alla Salute, Pierluigi Lopalco, e il direttore generale di Arpa Puglia, Vito Bruno.

È stato ospite anche il sindaco di Monopoli, Angelo Annese, che ha portato all’attenzione dei relatori l’esempio Monopoli dove, ha detto l’assessore Maraschio, «abbiamo posto in essere azioni incisive» e dove «si stanno sperimentando nuove azioni per una maggiore captazione delle emissioni» per dare ulteriori risposte ai cittadini.

«Sono onorato di presentare il lavoro che il comune di Monopoli con Arpa e Regione Puglia sta portando avanti in questi anni. A Monopoli sin dal 2015 si è cominciato ad alzare il livello di attenzione sulla zona industriale. Abbiamo avviato una collaborazione con Arpa con l’uso di una applicazione segnalazione odori molesti e stipulato un primo protocollo d’intesa. Le segnalazioni sono proseguite e ci siamo concentrati sull’origine di queste molestie. Con Arpa e Regione è stata avviata una sinergia nell’affrontare il problema e dopo aver letto attentamente i dati delle segnalazioni abbiamo avviato un maggior controllo delle realtà industriali anche attraverso il supporto degli organi di controllo preposti. Attraverso questi interventi e dopo aver assodato che la città di Monopoli non è inquinata ma ha ancora delle criticità, abbiamo avviato le basi per un nuovo protocollo per una rete di monitoraggio integrata delle emissioni odorigene che coinvolgerà oltre a comune Arpa e Regione anche le realtà industriali del territorio. Qualche mese fa ho già incontrato parte degli industriali monopolitani al fine si spiegare loro che saranno parte attiva di questo progetto pubblico che riguarda tutto il nostro territorio», ha affermato Annese nel suo intervento.