#ioapro, Sindaco di Monopoli in piazza al fianco dei manifestanti

«Pensare a riaperture nel rispetto dei protocolli superando le disparità di trattamento tra attività»

Il Sindaco di Monopoli, Angelo Annese, è intervenuto questa mattina alla pacifica manifestazione dei commercianti contro le chiusure con l’introduzione della zona rossa svoltasi in piazza Vittorio Emanuele a Monopoli.

«Ho voluto portare la solidarietà dell’Amministrazione Comunale a queste attività commerciali costrette a chiudere per le regole imposte dalla zona rossa. Una chiusura che in Puglia dura da quasi un mese e che proseguirà almeno per altri dieci giorni, aggravata da un anno di pandemia e con poche certezze per il futuro. Sono consapevole che non è un momento semplice anche perché dietro ogni persona c’è una storia e una famiglia. Raccogliendo anche la disponibilità degli altri Sindaci del territorio mi sono impegnato a portare le loro istanze all’attenzione della Regione Puglia affinché si instauri un tavolo di ascolto di queste categorie costrette alla chiusura», afferma il Sindaco Annese.

«La zona rossa impone la chiusura di alcune attività e lascia aperte altre e probabilmente è arrivato il momento di fare una scelta che non escluda alcuni operatori rispetto ad altri. Ora che la campagna vaccinale è entrata nel vivo e visto che nelle prossime settimane si procederà più speditamente, bisogna iniziare a pensare a delle riaperture che consentano di svolgere l’attività nel rispetto di rigidi protocolli superando quella disparità di trattamento nella quale oggi ci ritroviamo», prosegue il Sindaco.

«Oggi siamo in zona rossa e, al netto dei controlli che le forze dell’ordine riescono a svolgere, c’è tanta gente in giro, ognuna con una giustificazione (lavoro, salute e estrema necessità), mentre gran parte delle attività sono chiuse. Un negozio aperto che rispetta i protocolli sanitari come distanziamento, igienizzazione e l’obbligo di mascherina è molto più sicuro di molte altre situazioni incontrollate che giornalmente registriamo sul territorio. E penso che è da qui che bisogna ripartire», conclude il Sindaco di Monopoli.