Monopoli, Venuta dei Re Magi alla Chiesetta de L’Assunta

L’evento è stato rievocato in occasione dell’Epifania

Quest’anno, per via dell’emergenza Coronavirus, sono in molte le tradizioni a cui abbiamo dovuto rinunciare; una di queste, partecipare alla gioia per la nascita di Gesù, visitando la rappresentazione vivente della Natività.

Ciò nonostante, questa mattina, in occasione della solennità dell’Epifania, presso la Chiesetta de L’Assunta é stata comunque rievocata la venuta dei Re Magi.

IL RACCONTO DELLA VENUTA DEI RE MAGI

Melchiorre, Baldassarre e Gaspare, così si chiamavano. Si racconta che, al tempo del re Erode, essi provenissero dall’Oriente e fossero diretti a Betlemme per visitare Gesù Bambino, il Re dei Giudei.

Ad indicargli il cammino verso la Mangiatoia della Sacra Famiglia fu una stella cometa.

Come narrato nel Vangelo di Matteo, II, 1-14: “al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro,incenso e mirra. Avvertiti poi in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada, fecero ritorno al loro paese”.

Alla loro visita fu legata anche la fuga d’Egitto.

In contemporanea alla loro partenza, infatti, un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe, dicendogli: “Alzati, prendi con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e resta là finché non ti avvertirò, perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo”.

Giuseppe, destatosi, prese con sé il bambino e sua madre nella notte e fuggì in Egitto.