Al momento stai visualizzando Casina del Serpente, un’occasione persa secondo Papio

Casina del Serpente, un’occasione persa secondo Papio

“L’accordo di programma sottoscritto sembra non tenere conto dell’esigenza relativa alla viabilità di Via Cialdini”


Casina del Serpente prossima a risorgere


“Dopo decenni, il momento propizio e la buona occasione, rischiano di andare sprecati per una cronica mancanza di attenzione verso la centralità dell’interesse pubblico rispetto alle aspettative private”. Si pronuncia così il consigliere comunale Angelo Papio (Manisporche) in relazione al PUE recentemente approvato dalla Giunta Comunale che consentirebbe il recupero dell’area della Casina del Serpente.

“L’accordo di programma sottoscritto sembra non tenere conto dell’esigenza relativa alla viabilità di Via Cialdini ritenendo di procrastinare, o non affrontare affatto, il tema dell’esproprio ai fini della rimozione dell’immobile privato che attualmente impedisce lo sfondamento della centralissima via, che contribuirebbe in maniera decisiva a collegare il murattiano con il sottopasso di via Giambattista Vico. I miglioramenti della viabilità sarebbero limitati alla sola via Bixio”.

Inoltre, Papio sostiene che “invece di capitalizzare gli importi delle opere di urbanizzazione che si vogliono destinare alla riqualificazione dell’area e mettere a bando un progetto organico, l’amministrazione sceglie di far fare al privato che presenta un Piano esecutivo per tutt’altra zona della città e che, in luogo del versamento degli oneri, viene obbligato a progettare e realizzare un parco per cui, legittimamente, non ha alcun interesse”.