Case popolari, i consiglieri d’opposizione vogliono vederci chiaro

In una delibera di giunta, si scorporano tre dei quindici appartamenti finanziati nel PRUacs

Se da una parte, i consiglieri d’opposizione Paolo Comes, Felice Indiveri e Michele Suma (PD), Pietro Barletta ed Angela Pennetti hanno elaborato due proposte in merito alle case popolari, dall’altra vogliono vederci chiaro.

Nella conferenza stampa di mercoledì, infatti, i consiglieri Suma e Pennetti si sono pronunciati sul tema, auspicando che l’Amministrazione Comunale possa assumersi l’impegno di «pubblicare sul sito del Comune di Monopoli, ogni 1° del mese, la situazione aggiornata della graduatoria di assegnazione delle case popolari o quantomeno aggiornarla quando c’è un aggiornamento» e, di eliminare dalla graduatoria chi sceglie di rifiutare la casa popolare assegnatagli.

Quello su cui però sarà presentata anche un’interrogazione consiliare riguarda una Delibera di Giunta del 1° marzo 2017, in cui tre (due in via Magno ai civici 24 e 23 e, una in via Cristoforo Colombo, 67) dei quindici appartamenti finanziati nel PRUacs e, perciò da considerarsi abitazioni a canone agevolato, sarebbero scorporati perché da considerarsi per emergenza abitativa.

Un ultimo quesito che i consiglieri d’opposizione si sono posti è tuttavia la motivazione per cui le case che sarebbero state finite a marzo non siano state ancora assegnate, considerato lo stato di indigenza in cui continuano a vivere diversi cittadini. A tal proposito è stato tirato fuori il caso di una ragazza madre costretta a vivere in auto, mentre i suoi due bambini sono in orfanotrofio a Fasano.

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.