Monopoli, il porto vecchio ospita 10 autori per il “Prospero Fest 2023”

Dal 14 al 18 maggio ci saranno Sigfrido Ranucci, Gianrico Carofiglio, Gabriella Genisi, Sergio Rizzo, Antonella Agnoli, Angela Barbabente, Nicola Porro, Stefano Zecchi, Nando Dalla Chiesa, Pierferdinando Casini e Vittorio Sgarbi

Sono 10 gli incontri con gli autori della rassegna Prospero Fest, l’evento promosso dall’Assessorato alla Cultura, in programma dal 14 al 18 maggio 2023 al porto vecchio di Monopoli. Ingresso libero.

Un programma davvero interessante e variegato grazie alla presenza di ospiti di profilo nazionale. Scrittori, giornalisti, artisti e saggisti che, attraverso la presentazione delle loro ultime pubblicazioni, porranno al centro della riflessione e del dibattito comune temi di forte attualità. Dai temi della giustizia a quelli della politica, passando, anche attraverso la letteratura e la poesia, ai temi della legalità, della socialità e dell’arte.

Domenica 14 maggio alle ore 19 aprirà la rassegna il giornalista Rai Sigfrido Ranucci per la presentazione de “Il Patto. La trattativa fra Stato e mafia nel racconto inedito di un infiltrato”, il libro che per primo ha raccontato la trattativa Stato-mafia. Dialoga con l’autore Mario Valentino. Seguirà alle ore 21 una conversazione con lo scrittore ed ex magistrato Gianrico Carofiglio. Dialoga con l’autore Idris.

Gabriella Genisi aprirà alle ore 19 gli eventi di lunedì 15 maggio per la presentazione del libro “Lo scammaro avvelenato e altre ricette”, un avvincente giallo che è anche l’occasione per conoscere tutte le ricette di casa Lolita Lobosco, dalla parmigiana ai panzerotti. Dialoga con l’autrice Manuela Lenoci. Alle ore 21 toccherà al giornalista Sergio Rizzo per il suo “Il Titanic delle pensioni. Perché lo stato sociale sta affondando”, il grido d’allarme lanciato in questo saggio dal giornalista che illustra le cause di un buco che “si allarga sempre di più”. Dialoga con l’autore Vincenzo Magistà.

“La casa di tutti. Città e biblioteche” (Laterza) di Antonella Agnoli è il primo dei due appuntamenti, alle ore 19, di martedì 16 maggio. Dialoga con l’autrice Angela Barbanente e modera Maddalena Tulanti. A seguire alle ore 21 il giornalista Nicola Porro presenta “Il Padre Eterno è liberale. Antonio Martino e le idee che non muoiono mai”, una riflessione sul ruolo e la figura dei liberali italiani rievocando il grande maestro di questa tradizione. Dialoga con l’autore Gianni Tanzariello.

Mercoledì 17 maggio alle ore 19 “In nome dell’amore. Le molte forme di un sentimento antico e misterioso” con Stefano Zecchi. Dialoga con l’autore Alessandra Dalena. A seguire, alle ore 21, “Ostinati e contrari.  La sfida alla mafia nelle parole di due grandi protagonisti: Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”, un manifesto di due uomini ostinatamente contrari alla banalità del male, raccontato dallo scrittore e sociologo Nando Dalla Chiesa. Dialoga con l’autore Giancarlo Fiume.

L’ex presidente della Camera e parlamentare Pierferdinando Casini giovedì 18 maggio alle ore 19 racconta la storia italiana tra aneddoti, ricordi, riflessioni e speranze in “C’era una volta la politica. Parla l’ultimo democristiano”Dialoga con l’autore la giornalista Rai Giovanna Botteri. Alle ore 21 il sottosegretario del Ministero della Cultura Vittorio Sgarbi in un viaggio nella vita, nelle passioni e nelle opere di Antonio Canova attraverso il suo libro “Canova e la bella amata”. Dialoga con l’autore Martina Cavallarin.

Torna in alto