Monopoli, una città sempre più a misura di disabile

Un nuovo sollevatore e una nuova sedia da doccia in piscina dopo pochi giorni dall’incontro con l’associazione Monopoli accessibile

In occasione della conferenza stampa di presentazione dell’Avviso Pubblico rivolto a disabili e anziani ultra 65enni interessati ad usufruire di ingressi gratuiti alla piscina comunale (anno sportivo 2022- 2023) tenutasi il 16 novembre scorso, oltre ad effettuare una visita nella struttura recentemente adeguata e ristrutturata attraverso il ricorso al project financing alla società Icos Sporting Club srl di Lecce, sono stati mostrati il nuovo sollevatore (utilizzato dai disabili con problemi motori gravi) e la nuova sedia da doccia (con rotelle e materiali idonei) di cui l’impianto è stato dotato a distanza di soli cinque giorni dall’incontro svoltosi il 10 novembre scorso nella Sala delle Terre Parlanti. Durante questa riunione tra i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale (erano presenti il Sindaco Angelo Annese e gli Assessori ai Lavori Pubblici e ai Servizi Sociali Giovanni Palmisano e Miriam Gentile e, i rispettivi Dirigenti Comunali Angela Pinto e Lorenzo Calabrese e, il Vice-Comandante di Polizia Locale Antonio Bruno) ed una delegazione dell’Associazione “Monopoli Accessibile” si è parlato di abbattimento di barriere architettoniche, rifacimento degli scivoli per disabili e marciapiedi, aumento del numero di posteggi in centro città, ma anche della necessità di rendere agibili le docce per disabili presso la tensostruttura sportiva di via Benedetto Croce e, di adeguare lo spogliatoio della piscina; tutte problematiche di cui l’Amministrazione Comunale ha preso atto e si era impegnata, laddove facilmente attuabile, a risolvere nel più breve tempo possibile.

E così è stato per la piscina comunale: “Quando c’è la volontà, non si abbattono solo le barriere architettoniche, ma anche quelle burocratiche” hanno commentato il Presidente Cav. Angelo Giannoccaro, il vice-presidente Leonardo Medico ed i componenti del direttivo, plaudendo per la celerità nell’intervenire.