Monopoli, l’estate continua ma non al Capitolo: le strisce blu disincentivano ad approfittare delle belle giornate

La località balneare diventa un deserto con l’arrivo di settembre 

Ridurre ai soli tre mesi estivi (giugno, luglio e agosto) – anzichè prolungare fino al 30 settembre – il pagamento della sosta nelle aree blu in alcune zone (come ad esempio il Capitolo) potrebbe paradossalmente trasformarsi in un’opportunità per il Comune di Monopoli.

Con l’arrivo di settembre, infatti, la località balneare è tornata a svuotarsi: nonostante le belle giornate continuino a consentire di andare al mare – specie sulle spiagge libere per chi non può permettersi economicamente di affrontare la spesa per accedere ad un lido privato – e/o di approfittarne per praticare jogging o altre attività sportive all’aria aperta oppure semplicemente di fare una passeggiata, i monopolitani (e non solo) sono disincentivati a recarvisi; l’unica possibilità di parcheggiare sarebbe negli stalli di sosta a pagamento per evitare di lasciare l’auto lontana con il rischio che possa essere depredata, se non fosse che sarebbe più sicuro farlo nei parcheggi privati a pagamento.

Perciò, per una maggiore comodità si sceglie di restare in città e di usufruire delle spiagge libere cittadine anziché di spostarsi.

Garantire un servizio gratuito invece consentirebbe anche agli esercenti di continuare a lavorare anche se per un altro mese soltanto.