Al momento stai visualizzando Monopoli, Manisporche lancia la candidatura a Sindaco dell’architetto Angelo Papio

Monopoli, Manisporche lancia la candidatura a Sindaco dell’architetto Angelo Papio

Si scaldano i motori in vista della prossima tornata elettorale che chiamerà i monopolitani a scegliere chi guiderà la città per i prossimi cinque anni e Manisporche, in una nota, fa sapere di voler lanciare la candidatura a Sindaco dello stimato architetto Angelo Papio, già suo esponente in Consiglio Comunale.

È un momento delicato per la nostra città, chiamata a conciliare una crescita smisurata e incontrollata con i diritti e la qualità della vita dei suoi residenti. Richiede uno sforzo politico eccezionale, differente dalla gestione amministrativa degli ultimi 15 anni.

Siamo convinti che non possano più esistere mezze parole e che tutte le proposte, con una chiara visione di futuro, debbano potersi svelare chiedendo il supporto dei cittadini.

Come attivisti del Movimento Manisporche, pensiamo di svolgere in autonomia un percorso politico-elettorale nell’interesse della nostra Comunità, promuovendo la candidatura a sindaco, per le prossime elezioni amministrative, dell’arch. Angelo Papio.

Solo così possiamo essere onesti verso noi stessi e la nostra storia.

Coerenti con le nostre scelte.

Attenti al bene comune.

Nella candidatura di Angelo Papio c’è la sintesi di 10 anni di lavoro collettivo, intenso e competente, di un amore autentico per la città, il territorio e i suoi abitanti.

Vogliamo realizzare progetti di riqualificazione funzionale e ambientale sul suolo urbano e agricolo, sul mare e la pesca, sui rifiuti, sullo sviluppo sostenibile, sull’innovazione e inclusione, sulla produzione culturale e creativa. Pensiamo a una città che crede nel turismo, ma che non basi la propria economia solo su di esso.

Per promuovere questa visione, che approfondiremo nei prossimi mesi, riteniamo fondamentale rompere gli ormeggi e mettere il nostro progetto politico a disposizione di tutte le energie vive della città: società civile, singoli cittadini e forze politiche, convinti che la discontinuità col passato sia oggi l’unico modo per rendere Monopoli una città realmente moderna, in grado di restituire un orizzonte concreto ai bisogni e ai desideri dei propri cittadini.