Monopoli, gli auguri di buona Pasqua di Sergio Selicati

Le riflessioni del segretario di terra di Bari di Democristiani e Libertà

Egregio Direttore,

Nei giorni della Pasqua il nostro gruppo vuole fare delle riflessioni, in questo tempo così complicato che il mondo vive.
Con la guerra tra Russia e Ucraina il quadro internazionale già complicato con la pandemia, sembra davvero intorbidirsi in un modo mai visto negli ultimi 80 anni in relazione alla pace in Europa.
Siamo di fronte è evidente ad un periodo di cambiamento degli equilibri.
Il mondo unipolare con egemone gli USA non esiste più.
Oggi la relatà è multipolare con tre potenze USA,Russia e Cina che si affrontano nelle varie arie del mondo.
Prima capiamo questo, prima iniziamo a mettere i tasselli degli eventi al loro posto.
Credo che l’intelligenza di tanti deve far prendere le decisioni giuste altrimenti ci ritroveremo esposti più di altri con conseguenze imprevedibili per la nostra tenuta sociale.
La diplomazia è un’arte raffinata e sottile che va esercitata con attenzione e silenzio; strombettare da tifosi non serve a nessuno.
L’iniziativa diplomatica porta alla pace se si parte dal presupposto che si deve essere equidistanti dalle parti.
Il nostro Papa credo che abbia detto parole chiare su questo ma nessuno ascolta.
E’ evidente che ci sono i richiami di parte, le cose da dire e quelle da non dire.
Noi Democristiani e Libertà diciamo che ci sono momenti in cui deve prevalere la ragione della pace e non quella delle armi.
Solo calandosi nella vera diplomazia ci si può arrivare.
Il momento è delicato e storico se non stiamo attenti finiamo alla terza guerra mondiale sia molto chiaro a tutti.
Per queste ragioni bisogna lavorare per l’immediato cessate il fuoco per arrivare ad un armistizio tra le parti prima che il conflitto possa allargarsi.
Per il confronto tra civiltà serve costruire ponti non barriere.
Dobbiamo essere responsabili e consci che solo dividendo le parti con un accordo si può arrivare a salvare i civili innocenti.
Noi speriamo in una forte iniziativa della Santa sede per la pace con le chiese ortodosse d’oriente per fare pressione sulle parti in conflitto.
Il mio personale augurio e quello del mio gruppo politico per i giorni della Pasqua di Dio della luce nostro signore, è che possa illuminare le menti di coloro che hanno la responsabilità di condurre i popoli alla pace.
Il segretario di terra di Bari dei Democristiani e Libertà
Sergio Selicati