Monopoli, presidio antifascista davanti alla sede della CGIL

Camere del Lavoro pugliesi aperte per rispondere all’attacco antifascista alla sede nazionale a Roma

Presidio antifascista, questa mattina, davanti alla CGIL Monopoli, aperta così come tutte le altre sedi delle Camere del Lavoro pugliesi per rispondere all’attacco fascista avvenuto, ieri pomeriggio, a Roma presso la sede nazionale della CGIL da parte di esponenti di Forza Nuova e del movimento no vax che hanno vandalizzato l’ingresso di Corso d’Italia.

Alla mobilitazione ha preso parte anche l’Anpi di Monopoli che ha espresso assoluta solidarietà alla CGIL. Presenti anche i Consiglieri Comunali Cecilia Matera e Felice Indiveri e numerosi cittadini e rappresentanti dell’associazionismo locale.

“A dimostrazione che l’attacco alla Cgil ha un portato simbolico che va oltre – un attacco a una organizzazione riconosciuta dalla Costituzione, a un presidio democratico, al mondo del lavoro – con Cisl e Uil nazionali – si legge in una nota- si è voluto dare un segnale di risposta immediato e tangibile, chiamando l’Italia democratica a manifestare sabato 16 ottobre a Roma. Per non abbassare la guardia e far crescere la mobilitazione, lavoreremo di concerto con l’Anpi e tutti le associazioni delle Rete antifascista regionale. Tocca dover ribadire in questo paese “Mai più fascismi” quando siamo chiamati ad affrontare nel Parse questioni rilevanti di natura economica e sociale e non permetteremo a queste frange eversive – che vanno messo definitivamente fuorilegge – di sabotare. A tutela della democrazia e del libero, autonomo e intangibile esercizio di rappresentanza sociale proprio del sindacato.