L’auto si ribalta, muore 38enne monopolitana. Concesso il nullaosta al seppellimento della salma

Con ogni probabilità, come da prassi in questi casi, è possibile che venga aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio stradale


Monopoli, città sconvolta per la morte di Marina Lovecchio


È stato concesso il nullaosta al seppellimento della salma di Marina Immacolata Lovecchio, la 38enne monopolitana  – nota imprenditrice di successo – che ha perso la vita a seguito delle ferite riportate nel grave incidente stradale, verificatosi nel tardo pomeriggio di sabato (5 giugno 2021) lungo la Strada Provinciale 121 – che collega Polignano a Mare e Conversano – all’altezza del km 4+300.

I funerali della giovane si terranno domani (8 giugno 2021) alle ore 16:30 nella Parrocchia di Sant’Antonio.

 

In città, nessuno si capacita ancora per la sua prematura scomparsa; da ieri mattina, quando si è diffusa la notizia della sua dipartita, tanti sono gli attestati di stima ed i messaggi di cordoglio che si rincorrono sui social per manifestare la propria vicinanza alla famiglia.

Si è spenta, nella notte, al Policlinico di Bari, dove era stata trasferita – qualche ora più tardi per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute – dall’ospedale “Di Venere” di Bari Carbonara presso cui era stata trasportata subito dopo l’incidente.

 

L’INCIDENTE

Da una prima ricostruzione sommaria dell’accaduto, sembrerebbe che l’uomo, un 33enne, alla guida dell’auto, una Fiat Punto a bordo della quale viaggiava (in direzione Polignano) la 38enne, dopo aver urtato un’auto, al rientro da un sorpasso, abbia perso – per cause da accertare – il controllo del mezzo che avrebbe così invaso la corsia opposta, impattando contro l’impianto di irrigazione del terreno agricolo in cui il veicolo si è ribaltato sul tettuccio dopo essere volato giù nella scarpata.

Ad effettuare i rilievi di rito sono stati gli agenti del Comando di Polizia Locale di Polignano a Mare guidato dal Dirigente dott. Fernando Virgilio. Sul posto, anche i sanitari del 118 e i Vigili del Fuoco del distaccamento di Monopoli.

Con ogni probabilità, come da prassi in questi casi, è possibile che venga aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio stradale.