Motobarca palangaro di Monopoli fermato per sconfinamento in acque croate

Occhio ad un nuovo regolamento UE con norme ancora più stringenti 

Nei giorni scorsi, un motobarca palangaro di Monopoli sarebbe stato fermato per sconfinamento in acque croate.

Ad interessarsi della vicenda, sarebbe stato l’avvocato croato Darko Butigan che, già in diverse occasioni, ha assistito altre imbarcazioni in forze alla marineria monopolitana in caso di sconfinamento in acque croate e che, proprio per questo, ad ottobre 2017 è stato ricevuto a Palazzo di Città dall’allora Sindaco Emilio Romani.

Dopo il pagamento di una sanzione di 5.500 kuna croate, che equivarrebbero a circa 731,25 euro, l’equipaggio sarebbe stato liberato.

Anche in questo caso, tutto è bene quel che finisce bene.

Tuttavia, sarebbe da poco tempo entrato in vigore un nuovo regolamento UE con cui si sarebbero introdotte norme più stringenti; in caso di un secondo sconfinamento o se il comandante fosse arrestato due volte in un periodo inferiore a cinque anni, si procederebbe al sequestro dell’imbarcazione, qualsiasi sia il proprietario.