Monopoli, ubriaco al volante causa un incidente stradale

Giovane di Putignano denunciato a piede libero per guida in stato di ebbrezza con contestuale ritiro della patente di guida


Un sinistro stradale si è verificato intorno alle 18.00 di ieri, all’intersezione tra viale Aldo Moro e Via Marina del Mondo, probabilmente a causa di una mancata precedenza, tra due Fiat Panda, una sulla quale viaggiavano una monopolitana di 45 anni e la figlia minore e, l’altra a bordo della quale c’erano tre giovani, poco meno che trentenni, compreso il conducente di Putignano.

Fortunatamente nessuno di loro è rimasto ferito; si sono registrati infatti soltanto danni ai mezzi.

Sul posto, è intervenuta una pattuglia di Polizia Locale che, prima di iniziare la rilevazione del sinistro, ha eseguito l’alcoltest – obbligatorio in queste situazioni – da cui è emerso che il conducente di Putignano si era posto alla guida del mezzo con un tasso di alcolemico di 1,57 grammi per litro. Dato il primo esito positivo, dopo 5 minuti è stato eseguito un secondo test da cui si è registrato un tasso più basso, ma comunque di 1,49 grammi per litro, contenuto nel sangue.

“Questo comportamento – spiega il Dirigente/Comandante di Polizia Locale dott. Michele Cassano – costituisce un grave reato, che l’art. 186 comma 2 lett. b del D.Lgs 285/92, punisce con l’ammenda da euro 800 a euro 3.200 e l’arresto fino a sei mesi. All’accertamento del reato consegue in ogni caso la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da sei mesi ad un anno; nel caso il conducente ubriaco provoca un incidente stradale, le sanzioni sono raddoppiate ed è disposto il fermo amministrativo del veicolo per centottanta giorni, salvo che il veicolo appartenga a persona estranea all’illecito, come nel caso di specie”.

Il ragazzo è stato così denunciato a piede libero per guida in stato di ebbrezza con contestuale ritiro della patente di guida.

“Quando il Presidente del Consiglio dei Ministri, Draghi, ha parlato di “rischio ragionato” con riferimento alle aperture delle attività, si appellava sicuramente al necessario corollario che è la collaborazione che deve essere offerta dai cittadini per mantenere la curva dei contagi bassa, attraverso comportamenti responsabili. Dalle prime avvisaglie di questi giorni appena passati probabilmente il messaggio non è stato ben inteso – commenta Cassano, annunciando che – Questa estate riprenderemo i controlli sistemici, con un apposito progetto lavorativo, con l’utilizzo dell’etilometro, soprattutto nei fine settimana. Velocità, alcool e cellulare sono una piaga assoluta per la sicurezza degli utenti della strada. Nelle ultime 72 ore abbiamo registrato 10 sinistri stradali con danni alle persone e alle cose, tra cui una prognosi riservata. Il mio appello, conclude il Comandante, è di essere responsabili alla guida”.

E mentre il pronto intervento eseguiva i rilievi del sinistro stradale, a poche centinaia di metri, nel centro storico, la pattuglia di Polizia Locale, impiegata nel servizio di Ordine Pubblico in collaborazione con il Commissariato di Polizia di Stato di Monopoli, si imbatteva in due “NO VAX”, a cui contestava la sanzione amministrativa per non indossare la mascherina.