Spostamenti consentiti su tutto il territorio nazionale con certificazione verde Covid-19

Può essere richiesta da chi ha completato il ciclo vaccinale contro SARS-CoV-2, è guarito dall’infezione o ha avuto l’esito negativo dopo un test molecolare o antigenico

La Regione Puglia comunica che il decreto-legge n. 52 del 22 aprile 2021 permette a chi è in possesso della Certificazione verde Covid-19 di spostarsi su tutto il territorio nazionale, senza le restrizioni previste nelle zone arancioni o rosse.

Quando e come ottenerla

La Certificazione verde è rilasciata in ambito regionale in queste tre ipotesi:

  • completamento del ciclo vaccinale contro SARS-CoV-2
  • guarigione da SARS-CoV-2
  • esito negativo di un test molecolare o antigenico

Ha valore sul territorio nazionale e sarà in uso fino all’entrata in vigore del Digital green certificate (DGC).

Il DGC è un certificato cartaceo o digitale rilasciato in ambito europeo, la cui attivazione da parte del Governo è prevista a giugno. Permetterà gli spostamenti tra i 27 Paesi membri dell’Unione europea.

Servizi attivi in Puglia

​In via transitoria la Certificazione verde è rilasciata nelle seguenti modalità:​

Completamento del ciclo vaccinale

Permette di spostarti nei 6 mesi successivi all’ultima dose prevista dal tuo vaccino.

Come richiederlo:
– online, accedi con SPID, Carta d’identità elettronica (CIE) o Carta nazionale dei servizi (CNS)
– cartaceo, direttamente presso la sede vaccinale.Accedi al servizio

Fine isolamento per avvenuta guarigione

Permette di spostarti nei 6 mesi successivi alla data del certificato di fine isolamento.

Come richiederlo:
– online, accedi con SPID, Carta d’identità elettronica (CIE) o Carta nazionale dei servizi (CNS) oppure con codice fiscale, tessera sanitaria e PIN ricevuto via SMS o mail
– cartaceo, dal medico di medicina generale.
Accedi al servizio

Esito Tampone

Permette di spostarti nelle 48 ore successive all’esecuzione del test con esito negativo.

Come richiederlo:
– online, accedi con SPID, Carta d’identità elettronica (CIE) o Carta nazionale dei servizi (CNS) oppure con codice fiscale, tessera sanitaria e PIN ricevuto via SMS o mail
– cartaceo, direttamente dal laboratorio privato accreditato che ha eseguito il test.
Accedi al servizio