Monopoli, cinque anni dalla morte di don Vincenzo Muolo

A distanza di cinque anni dalla sua sepoltura, la salma è stata traslata in una tomba perpetua


Don Vincenzo Muolo ha lasciato la vita terrena


Il 28 febbraio 2016, ad ottant’anni compiuti, veniva a mancare don Vincenzo Muolo (in foto del 13 agosto 2013), parroco emerito della Basilica Cattedrale “Maria SS della Madia” di Monopoli.

Oggi, in occasione del 5° anniversario dalla sua morte, la comunità monopolitana lo ricorda con immutato affetto: lui che, per oltre trent’anni, è stato un punto di riferimento non soltanto per la comunità parrocchiale della Cattedrale (di cui è stato rettore e custode della Protettrice di Monopoli), ma per l’intera città di Monopoli.

Giovedì mattina, a distanza di cinque anni dalla sua sepoltura, la salma è stata traslata in una tomba perpetua sempre all’interno della Confraternita del SS. Sacramento nel Cimitero Comunale, dove è stata custodita fino a questo momento. All’evento, pochi presenti – per ovvi motivi legati all’emergenza Coronavirus – tra cui l’attuale parroco dell’Unità Pastorale di Monopoli don Peppino Cito; al termine della traslazione, è stato recitato il Santo Rosario.

SU DON VINCENZO MUOLO

Nato a Monopoli il 23.02.1936, don Vincenzo Muolo fu ordinato presbitero il 06.08.1961 e nominato Parroco 29.09.1985 (fonte Annuario della Diocesi Conversano Monopoli 2014).