La sconfitta contro il Catania lascia l’amaro in bocca al Monopoli

Il commento post-gara del tifosissimo Donato Barletta


Stop per il Monopoli in quel di Catania


Dopo la brillante prestazione casalinga del Monopoli di domenica scorsa che lasciava presagire una partita convincente del Gabbiano contro il Catania, la squadra di Mister Scienza non riesce ad offrire continuità sia di risultato che di gioco, al termine di una gara, che ha delineato alcune lacune della squadra per quanto riguarda sia la fase difensiva che per quanto concerne la fase di costruzione del gioco. Il Monopoli nel primo tempo, comunque ha ben figurato, disputando una partita tatticamente ordinata in campo con un atteggiamento attento ed accorto, al cospetto di un avversario con valori individuali di qualità. I biancoverdi trovano il goal del vantaggio con Bunino di testa su un cross dalla destra di Tazzer, ma come succede spesso in questo campionato, la squadra non riesce ad essere cinica, nel momento in cui con più coraggio e con più cattiveria dovrebbe trovare la via del goal della sicurezza. È successo invece che da una ripartenza sbagliata a centrocampo, che avrebbe potuto avere sorti offensive migliori per il Monopoli, il Catania su una palla innocua suggerita dalla destra, ha trovato la difesa degli ospiti impreparata ed un lesto ed esperto Di Piazza che si è fatto trovare pronto nell’insaccare di testa il goal del pareggio. All’inizio del secondo tempo, sempre per una disattenzione del reparto arretrato del Monopoli, gli Etnei hanno trovato il goal del sorpasso. Sul 2 a 1 per i rossoblu, i biancoverdi hanno cercato di chiudere la squadra di casa nella propria metà campo ma con risultati sterili, senza trovare lo spiraglio vincente. A chiudere la contesa e a spegnere ogni speranza di rimonta del Monopoli, ci ha pensato Reginaldo su una situazione da calcio da fermo. Ancora una volta quest’anno, recriminiamo a fine partita per degli episodi spiacevoli, per dei goal subiti che, con maggiore attenzione, un pizzico di fortuna in più e una gestione più serena e spensierata della partita, potevano essere evitati, regalando qualche punto in più ed una classifica migliore per la squadra di mister Scienza.

Donato Barletta