Monopoli, ci ha lasciato il professor Giovanni Gabrieli. A stroncarlo, il Coronavirus

Il luminare, medico chirurgo, è stato per oltre un ventennio Primario del reparto di chirurgia dell’Ospedale “S. Giacomo” di Monopoli, facendolo diventare il fiore all’occhiello di oggi

 

Non ce l’ha fatta a vincere la sua battaglia contro il Covid-19.

La comunità monopolitana (e non solo) piange la scomparsa del professor Giovanni Gabrieli, un grande medico chirurgo molto amato e stimato che, per oltre un ventennio (dal 1979 al 1999), è stato Primario del reparto di chirurgia dell’Ospedale “S. Giacomo” di Monopoli.

Un vero e proprio luminare nel suo campo: conta alle spalle una carriera importante con più di cinquemila interventi eseguiti personalmente e vanta collaborazioni anche internazionali come quelle a New York, tant’è che, nel 2010, l’allora Sindaco della Città di Monopoli Emilio Romani gli ha conferito un premio speciale alla carriera in occasione della sesta edizione del Premio “Città di Monopoli” (in foto): «Il dott. Gabrieli non è monopolitano di nascita – dichiarò in quella circostanza il Primo Cittadino – ma lo è per quello che ha fatto per vent’anni per noi e che continua a fare. Ha cercato di spostare il filo della speranza un po’ più in là ed ha lasciato anche meriti visivi, come il reparto di chirurgia del nostro ospedale: un vero “fiore all’occhiello” per il “S. Giacomo”».

Ma il prof. Gabrieli si è anche dedicato ai malati oncologici. Come recentemente ricordato da Antonio Conversano in occasione del 4 dicembre scorso (data storica in quanto il 4 dicembre 1994 è stata inaugurata la sezione ANT di Monopoli che poi piano piano si è ramificata nei paesi viciniori Castellana Grotte, Polignano a Mare, Conversano, Putignano, Turi, Noci, Gioia del Colle, Sammichele, Locorotondo, Alberobello), fu uno dei partecipanti alla prima riunione del comitato promotore nato per soddisfare i bisogni dei pazienti affetti da tumore in fase avanzata.