Monopoli, si mantiene fede alla promessa fatta in campagna elettorale: primo passo del Comune per garantire servizi decentrati per i cittadini del territorio extraurbano

Inaugurata la nuova sede URP in contrada Cozzana; domani sarà la volta di quella ad Antonelli. Previsto un collegamento diretto con l’Anagrafe del Comune, Ufficio Protocollo, Informagiovani e con la “Rendella”

È stata presentata, questa sera, la nuova sede URP di contrada Cozzana (sita nella ex Scuola Elementare di “Madonna del Rosario”), che sarà attiva ogni martedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 15:30 alle ore 17:30.

Con quest’iniziativa, per la prima volta, il Comune di Monopoli si avvicina fattivamente ai cittadini del territorio extraurbano per garantire i servizi erogati dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico, grazie allo sportello appena inaugurato ed a quello che si inaugurerà domattina a mezzogiorno in contrada Antonelli n. 542, che sarà attivo ogni giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 15:30 alle ore 17:30.

L’Amministrazione Annese mantiene così fede ad una delle promesse fatte in campagna elettorale. Ad evidenziarlo è proprio il Sindaco nel suo ultimo post su Facebook: “Questa sera – scrive – abbiamo attivato uno dei due sportelli URP che sono stati collocati per il momento in due contrade. In questi due punti sperimentali i cittadini potranno usufruire di tutti i servizi erogati dall’ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Monopoli. Tra i vari servizi – spiega – ci sarà un collegamento diretto con l’anagrafe del comune così da poter rilasciare alcuni certificati, si potranno protocollare documenti senza doversi recare all’ufficio di via Garibaldi, sarà presente il servizio informagiovani e ci sarà un collegamento diretto con la Rendella per poter usufruire anche dei servizi della biblioteca. Questo era uno degli impegni presi in campagna elettorale che, in questo periodo così particolare, vede la luce”.

“Sono molto orgoglioso – commenta il Primo Cittadino – perché ho sempre pensato che per una crescita omogenea del territorio bisogna guardarlo nell’interezza, dalle campagne al mare e dal centro alle periferie ed è in questa direzione che la nostra attività amministrativa si sta muovendo”.