Dehors in Piazza Vittorio Emanuele II, una “presa in giro” per Manisporche

Papio tuona: “Una pseudo soluzione avanzata senza un progetto complessivo di organizzazione degli spazi, mentre a inizio giugno venivano facilitate ulteriori concessioni nel già saturo centro storico”


Monopoli Restart, ventiquattro box tra Piazza Vittorio Emanuele II e Piazza XX Settembre


La possibilità di concedere dehors in Piazza Vittorio Emanuele II non convince del tutto il movimento Manisporche che, in una nota a firma del Consigliere Comunale d’opposizione Angelo Papio, interviene in proposito.

Con Determinazione n. 763 del 23/06/2020 del Dirigente della Polizia Locale Michele Cassano, l’Amministrazione ha individuato Piazza Vittorio Emanuele e Piazza XX Settembre come “aree non contigue” da dedicare alla somministrazione di alimenti e bevande.

Non si parla di chiusura al traffico delle vie adiacenti le piazze ma di allocazione di aree di 80 mq, utilizzabili fino al 31 ottobre 2020 e il cui arredo deve uniformarsi al Borgo Antico.

Non viene chiarito come le attività di bar e ristorazione possano effettuare il servizio al tavolo nel rispetto delle norme igienico-sanitarie che esigono la pedonalizzazione completa e vietano l’attraversamento stradale. Dovrebbero lavorare su asporto o delivery solo per attraversare la strada?

E allora ci chiediamo cosa possa motivare un esercente a investire nell’iniziativa, comprando nuove attrezzature, senza garanzie e partendo in ritardo sulla stagione estiva?

L’impressione è che si tratti di una presa in giro, fatta nel tentativo di salvare la faccia rispetto alla clamorosa disparità di trattamento riservata agli operatori commerciali: offrire suolo pubblico nel centro murattiano, senza garantirne le condizioni minime per un sano e intelligente utilizzo, e così dimostrare che solo il centro medievale viene apprezzato da turisti ed esercenti.

Una pseudo soluzione avanzata senza un progetto complessivo di organizzazione degli spazi, mentre a inizio giugno venivano facilitate ulteriori concessioni nel già saturo centro storico.

Ai cittadini di Monopoli non rimane che il costante e assordante silenzio che accompagna scelte amministrative sempre più dubbie.

Angelo Papio

Movimento Manisporche

1) Proposta di Manisporche sulla pedonalizzazione del borgo, pubblicata il 12 maggio 2020.

In rosso sono gli anelli della mobilità lenta intorno alla piazza.

Il retino arancio sugli alberi indica lo spazio in cui gli esercenti potranno sistemare i tavolini, godendo dell’ombra dei lecci.

I triangoli gialli sono degli spazi per rappresentazioni artistico-culturali e i pallini rosa indicano le postazioni per il pubblico a distanza di 2 metri, nel rispetto delle normative Covid-19.

Al centro dello stradone i rettangoli bianchi insieme ai due cerchi bianchi rappresentano i banchi delle fiere artigiani temporanee.

2) Proposta dell’Amministrazione.

In rosso i “box” di 80 mq per bar e ristorazione.