La teoria dello stimato scienziato monopolitano Vito Marchitelli


Interruzioni di corrente elettrica in tutta Monopoli


Il problema nella cabina di media tensione che, ieri sera, ha provocato interruzioni di corrente elettrica praticamente in tutta Monopoli potrebbe essere stato causato da un’anomalia geomagnetica.

A desumerlo è il monopolitano Vito Marchitelli, stimato scienziato che vanterebbe uno dei più importanti traguardi di ricerca internazionali nel settore della Geofisica, avendo dimostrato, insieme al suo gruppo di ricerca, che i terremoti trovano un’importante correlazione con l’attività solare, e  quindi che il trigger d’innesco degli  eventi sismici più importanti, quelli che provocano morte e distruzione, hanno anche una natura elettrica e possono in numerosi casi essere previsti nel breve e medio periodo.

«Si chiama GIC – ha affermato il dott. Marchitelli, illustrando la sua teoria alla nostra redazione di “The Monopoli Times” – sono correnti geomagnetiche indotte che sovraccaricano le linee, facendo saltare le cabine di trasformazione media-bassa tensione. Sono fenomeni spesso osservati come precursori sismici – ha spiegato – questo non significa che ci sarà un terremoto a Monopoli, ma aumenta la probabilità che avvenga in Adriatico o Ionio»; e difatti, alle ore 20:37:10, un terremoto di magnitudo ML 2.4 è avvenuto lungo la Costa Garganica (Foggia) con coordinate geografiche (lat, lon) 42.01, 15.83 ad una profondità di 4 km.

«Se si osservano i dati della densità dei protoni del vento solare – ha aggiunto Marchitelli – c’è un picco che alle 18 supera i 15 p cm3. Questi magneto-metri ti fanno vedere come dopo le 18, il campo magnetico terrestre ha iniziato a subire la pressione del vento solare: tutto questo dà vita a fenomeni che rientrano nello Space Weather, in Italia assolutamente sconosciuto, che dovrebbe servire proprio per evitare o anticipare le interruzioni delle linee elettriche come le trasmissioni dei segnali radio e satellitari».