L’accorato appello della comunità, impossibilitata ad organizzare iniziative per racimolare risorse

 

Impossibilitata ad organizzare iniziative per racimolare fondi per il completamento delle aule (di recente costruzione) per le attività pastorali, la comunità de “L’Assunta” ha lanciato un accorato appello attraverso i social.

L’aiuto di ognuno ha portato a questo, ora serve il vostro contributo per portare a termine il sogno di tutti.
Si accettano donazioni al seguente IBAN:
IT50D0306909606100000139046

  

Il 26 maggio scorso, infatti, con la rimozione del ponteggio, si è conclusa la prima parte dei lavori di costruzione delle aule, avvenuta sotto la supervisione di un comitato della zona che si è interfacciato con don Peppino Cito (rettore della Basilica Cattedrale “Maria SS.ma della Madia”), iniziata a giugno dello scorso anno e, finanziata, grazie alle risorse a disposizione provenienti da un lascito testamentario di venti/trenta anni fa, da un aiuto economico del Vescovo della Diocesi di Conversano-Monopoli Mons. Giuseppe Favale, dai fondi raccolti attraverso le iniziative poste in essere (Falò di San Giuseppe, attività per bambini d’estate, Presepe Vivente, Grest e lotteria) e dalle offerte lasciate anonimamente in un bussolotto all’esterno della chiesetta.  

 

 Mancano tuttavia le ultime rifiniture: gli interni da intonacare, gli infissi, la messa in posa del pavimento e i bagni.

 

 

LE AULE

I nuovi spazi a disposizione si compongono di un’intera aula grande (da poter dividere in tre parti con pareti movibili per avere un’aula unica per attività per bambini e feste) e dai bagni, tra cui finalmente anche uno per disabili.