FOTO – All’Amopuglia, i proventi della vendita di “Versi randagi”

Presentato il libro scritto a quattro mani da Alessandro Cannavale con Miriam Piro

 

Saranno devoluti all’Amopuglia Onlus i proventi della vendita del libro di poesie “Versi randagi” (Les Flaneurs edizioni) presentato, il 5 dicembre scorso, nella libreria Minopolis di Monopoli alla presenza dell’autore .

A dialogare con l’autore del libro (scritto a quattro mani con Miriam Piro che ne ha curato le illustrazioni), Alessandro Cannavale, è stata Giulia Basile; letture a cura di Corrado Russo.

 

VERSI RANDAGI

Versi randagi è un connubio di forme espressive, di parole e immagini scaturito da un proficuo incontro di ferite aperte per giungere,infine,al coraggio di una rinnovata fiducia nella bellezza. Per “ingannare l’attesa” Cannavale e Piro reperiscono miracoli nella semplicità o annunciano “piccole catastrofi di rami spezzati”. Sullo sfondo, una società frammentata, accelerata fino al parossismo, in cui ci si ritrova, sempre più spesso, incastrati nellka condizione di randagi. Sulle molteplici combinazioni di questa condizioneviene approfondita l’indagine, incontrando destini andati a vuoto tra le ruote del mondo, mentre un dio si prepara a soffiare su un fiore.


Alessandro Cannavale (Bari, 1977) è ingegnere e ricercatore. Esercita l’anima nella palestra della poesia. Ha scritto A me piace il Sud, con Andrea Leccese (2017). Finalista nella sezione poesia inedita al Premio Letterario Nabokov (2017).

Miriam Piro pseudonimo di Maria Rita Micaletto. Salentina, si trasferisce a Roma nel 1998. Da 20 anni insegna matematica all’Icg Falcone di Grottaferrata. Ha illustrato il cd Itaca, di Alessandro D’Orazi. Ha esposto nella galleria Zaion di Biella e presso la libreria Adeia. Nel 2016, il suo disegno di Nimbo viene inserito da Massimo De Nardo nel suo libro Mestieri Fantastici: un regalo inaspettato, foriero di eventi e incontri straordinari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *