Monopoli, la piazza è “sporca” e Pietro Brescia lancia una provocazione: chiede una scopa e si mette all’opera

Il candidato Sindaco si fa promotore di un’iniziativa per sensibilizzare Comune ed esercenti

Basterebbe una maggiore collaborazione da parte di tutti i cittadini per avere una città ancor più pulita ed accogliente. Invece, purtroppo, c’è ancora chi getta per terra mozziconi di sigaretta e rifiuti di ogni tipo.

All’indomani del giorno dell’Immacolata che ha visto la città essere letteralmente presa d’assalto, il monopolitano Pietro Brescia (Presidente dell’Associazione “Quadrosfera” ed intenzionato a candidarsi a Sindaco in occasione della prossima tornata elettorale) denuncia lo stato in cui versa Piazza Vittorio Emanuele II: “sporca, scivolosa e con organizzazione degli spazi da rivedere. Doveva essere un salotto e non una latrina – denuncia – invece è un grande caos dove sicurezza e decoro sono molto discutibili”.

Sulla questione, oltre ad interpellare i vari Assessori di competenza, in prima persona ha ripulito l’area: “manca una direzione artistica e una visione globale di come organizzare eventi. Ho chiesto una scopa ovviamente come provocazione, cosa che facciamo da anni per sensibilizzare politici ed esercenti al decoro urbano e senso civico” ha commentato.