Da Monopoli, l’inno d’amore e pace dell’artista Davide Cocozza

Flash mob in città: dal torrione di via Molini calata una tela di oltre 5 metri

“Gli stati dell’amore”; questo il titolo del flash mob realizzato a sorpresa nel pomeriggio del 5 giugno 2022 dall’Artista Davide Cocozza nella città di Monopoli. La tela di oltre 5 metri, spiega l’artista “vuole essere un inno all’amore in tutte le sue forme”. La lealtà raffigurata da un cane, la purezza rappresentata da una bambina con una busta piena di cuori (rotta sul fondo – perchè l’amore è incontenibile), e la consapevolezza o amore consapevole iconograficamente tradotto come un uomo adulto con una fionda, una sorta di David; questa volta grande come un gigante, pronto non a scagliare pietre contro Golia, ma a lanciare cuori, un’infinità di cuori a tutti.
“Non c’è tempo da perdere, bisogna amare, ora, adesso, da adesso, aprendo il cuore come un fiore di loto; questo l’appello lanciato dall’artista e dall’opera esposta.
In questo momento storico vediamo guerre, discriminazioni, violenze oltre confine ed in casa nostra; donne uccise, violenza di genere, atrocità dappertutto; è compito di tutti risvegliarsi all’amore ed essere gentili e comprensivi con se stessi e gli altri; non possono gli interessi egoistici, economici o politici farci dimenticare la straordinaria opportunità che abbiamo di vivere insieme agli altri, in pace, cooperazione e sinergia.”
Quando l’arte diventa il “momento da cogliere”, l’esperienza da apprendere, e realizza i “click interiori” capaci di far riflettere la società svolge a pieno la sua pura funzione, diventa viva e necessaria per far crescere ed evolvere, diventa contagiosa ispirazione.
Spesso ci fermiamo a pensare che l’arte sia soltanto qualcosa di esposto da guardare per compiacere i propri occhi, riempire bocche, andare ad un vernissage per avere calici di vino bianco e lanciarsi sui buffet; va benissimo anche questo, ma non dimentichiamo l’immensa opportunità che abbiamo di poter entrare più a fondo nelle cose e realizzare che l’arte è frutto dell’espressione umana, della sensibilità di ognuno, della forma che scaturisce come conseguenza, sintomo, parola non detta, risultato della vita manifesta. Dinanzi a questa meraviglia dell’arte possiamo predisporci ascoltando consapevolmente ciò che è dinanzi a noi, così da tradurre ogni linguaggio attraverso le nostra visione, comprendere e riflettere, crescere e risvegliarci, illuminarci. L’arte ci rende più sensibili, attenti, umani.
Davide Cocozza da settembre vive e lavora a Monopoli come insegnante, artista ed arteterapeuta; ed è qui che ha voluto esporre per qualche attimo la sua opera, già presentata precedentemente alla “Save Biennale d’arte contemporanea internazionale città di Brindisi”.
Dice l’artista: “Monopoli è una città meravigliosa, dove l’arte sgorga nella natura, nelle vie strette e bianche, nell’umanità colorata che la popola in ogni momento; una risorsa splendida, impagabile, un esempio di vivibilità, pace e convivenza; raccogliamo questa fortuna ed impegniamoci a rispettarla ed a farla crescere tutti insieme, in ogni momento.”