Monopoli ricorda Padre Pietro Manghisi nel 68° anniversario dalla sua morte

Deposta una corona commemorativa in memoria del missionario monopolitano sotto la lapide commemorativa ubicata nella via a lui intitolata

Il 15 febbraio 1953, in un’imboscata tesa dai guerriglieri cinesi, il missionario monopolitano Padre Pietro Manghisi (Monopoli, 7 gennaio 1899 – Mongyu, 15 febbraio 1953) moriva in Birmania mentre si recava in jeep sul confine.

Questa mattina, in occasione del 68° anniversario dalla sua morte, l’associazione a lui intitolata (guidata dal Presidente Luigi Manghisi) ha deposto una corona commemorativa sotto la lapide commemorativa posta nel 1860 presso l’omonima via per non dimenticare la figura di un uomo che, nella scelta della missionarietà, in nome della fede e della predicazione della Parola di Dio, ha trovato il sigillo del martirio e del sacrificio totale.

Si è vissuto un intenso momento di preghiera e raccoglimento per la pace e i bisognosi, officiato da don Peppino Cito (parroco dell’Unità Pastorale di Monopoli e rettore della Basilica Cattedrale “Maria SS.ma della Madia” di Monopoli).