Monopoli non rinuncia al Carnevale nonostante l’emergenza Coronavirus

In occasione del Martedì Grasso, la DAD si trasforma in Divertimento a Distanza con Carnevalandia 2021, format a tema carnevalesco per gli studenti dei quattro istituti comprensivi cittadini che sarà trasmesso a scuola e su Facebook

Nonostante l’emergenza Coronavirus, la Città di Monopoli non intende rinunciare al Carnevale e, per un giorno, la DAD (Didattica a Distanza) si trasforma in Divertimento a Distanza.

L’Assessorato alla Pubblica Istruzione in occasione dell’ultimo giorno di Carnevale ha voluto realizzare una iniziativa per portare un po’ di allegria negli istituti scolastici monopolitani sostituendo le iniziative in piazza con un progetto a distanza denominato “Carnevalandia”.

Il format a tema carnevalesco, realizzato da Lorenzo Torres e dal suo collega Vito Di Leo, è stato studiato per il web ed è consigliato ai bambini di età superiore ai 4 anni. Sviluppato in due puntate della durata di 30 minuti circa, tratta attività ludiche e di intrattenimento sfruttando le potenzialità della ballon-art, della magia, dei quiz e della comicità.

Gli eventi, saranno visibili sulla pagina Facebook del Comune di Monopoli, martedì 16 febbraio alle ore 10.30, e saranno trasmessi nel corso della mattinata, grazie ad un link dedicato, anche negli Istituti Comprensivi cittadini. Allo stesso link potranno accedere gli studenti che in quella giornata non saranno fisicamente presenti a scuola.

Nonostante si tratti di un format televisivo visibile sul web, attraverso l’interazione parlata continua, durante tutta la durata dello show, i bambini potranno sviluppare l’immaginazione, emozioni, relazionalità e creatività.

«Aver aderito a questo format ci consente di essere vicini ai nostri studenti anche durante le festività di carnevale. Torres è un professionista del settore che regalerà ai bambini sessanta minuti di svago, di sorrisi e felicità che il mio Assessorato ha voluto mettere a disposizione di tutte scuole monopolitane» afferma l’Assessore alla Pubblica Istruzione Rosanna Perricci.