Leggere parole – Biblioteche in Terra di Bari ai tempi del Covid19

L’evento in diretta facebook martedì 12 gennaio 2021 alle ore 16,30

La direttrice della Biblioteca “Prospero Rendella” di Monopoli, dott.ssa Marianna Capozza, sarà ospite martedì 12 gennaio alle ore 16,30 della tavola rotonda online ’Leggere parole – Biblioteche in Terra di Bari ai tempi del Covid19’, organizzata dalla Fondazione Giuseppe Di Vagno con la collaborazione e il sostegno della Città Metropolitana di Bari

Si tratta di uno dei sei incontri online con dibattiti, tavole rotonde, presentazioni di libri per approfondire le politiche di promozione della lettura, il valore della Memoria per il Futuro, l’importanza dei festival culturali, l’incidenza della creatività e della cultura nell’economia di un territorio, i luoghi e gli Istituti di Cultura come punto di riferimento per una comunità. Attraverso l’esperienza diretta dei principali protagonisti del mondo della cultura pugliese e non solo.

Saranno presenti Francesca Pietroforte (consigliere metropolitano delegato alla Cultura, Biblioteca metropolitana De Gemmis – Bari), Stefania Liverini (dirigente Area Politiche culturali, BIBA – Sezione Bambini e Ragazzi Biblioteca “M. Marangelli” Conversano), Cesare Preti (responsabile biblioteca Fondazione Di Vagno), Anna Vita Perrone (dirigente “Teca del Mediterraneo” – Regione Puglia), Clementina Tagliaferro (coordinatrice Biblioteca Ragazzi e Ragazze – Bari), Rossana Delfine (Assessora Comune di Putignano, con deleghe alla Cultura, Biblioteca F. De Miccolis Angelini).

Introducono Filippo Giannuzzi, segretario generale Fondazione Giuseppe Di Vagno – Community Library “Granai del Sapere”, e Caterina Sportelli, assessore alla Cultura, Turismo, Spettacolo del comune di Conversano. Conduce Annamaria Minunno.

È possibile partecipare raccontando la propria esperienza come utenti di biblioteca durante questo periodo di restrizioni, inviando un breve video-contributo (max 1’30”; formato mp4) a [email protected]

L’evento sarà in diretta Facebook sulle pagine di Fondazione “Giuseppe Di Vagno (1889-1921)”, Lectorinfabula e Pagina21.