29enne accusato di aver tentato di incendiare due auto

I Carabinieri della Stazione di Conversano (BA) alle dipendenze della Compagnia di Monopoli hanno arrestato un 29enne, con l’accusa di incendio doloso, per aver appiccato il fuoco ad un’auto in sosta.

I militari da giorni monitoravano il centro abitato di Conversano, dove, nella notte del 21 maggio scorso, ignoti avevano dato alle fiamme dapprima un autocarro parcheggiato sulla pubblica via, poi, alcune attrezzature agricole, stipate all’interno del cortile di un abitazione poco distante.

Verso la mezzanotte, quindi, i carabinieri hanno notato aggirarsi per la pubblica via C.P., 29enne del luogo, pregiudicato, già denunciato nella notte precedente perché era stato trovato in possesso di vari attrezzi agricoli rubati dall’abitazione di una 30enne di quello stesso centro. Ebbene, giunto a ridosso del veicolo di quest’ultima, il 29enne estraeva dal proprio zaino una bottiglia di plastica piena di benzina, aspergendo il liquido sulle ruote della autovettura. Tuttavia, vistosi scoperto dai carabinieri, l’uomo si dava a precipitosa fuga.

I militari, si davano all’immediato inseguimento del malfattore, riuscendo a rintracciarlo poco dopo, mentre, per rallentare gli inseguitori, stava incendiando un furgone parcheggiato poco distante. Il soggetto è stato immediatamente bloccato e nel corso della perquisizione personale, sono stati ritrovati un’altra bottiglia piena di benzina, alcuni asciugamani e due accendini, all’interno dello zaino che C.P. aveva con sé, mentre, nella sua abitazione, sono stati recuperati altri dieci litri di benzina.

Al termine delle operazioni C.P. è stato arrestato e su disposizione della competente A.G., è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Bari.

Sono in corso indagini per chiarire se l’uomo sia responsabile anche degli incendi del 21 maggio.