Rondó tra via Lagravinese, via Arenazza e via Capitanio, progetto candidato a finanziamento

Via libera della Giunta Comunale

Con Deliberazione n. 46 del 29 aprile 2020, la Giunta Comunale di Monopoli,
su proposta dell’Assessore alle Politiche per l’intercettazione dei
finanziamenti comunitari Angela Pennetti, ha deliberato di candidare a
finanziamento, sfruttando l’opportunità offerta dall’Avviso pubblico
regionale a sportello IV “Programma di attuazione del Piano Nazionale della
Sicurezza Stradale” rivolto a Comuni, Province e Città Metropolitana di
Bari, il progetto tecnico esecutivo di “Messa in Sicurezza dell’intersezione
stradale di Via Lagravinese, Via Capitanio e Via Arenazza” redatto dall’
arch. Cosimo Spagnulo.

Il progetto, per un importo da quadro economico di € 333.648,20, sarà
cofinanziato dal Comune di Monopoli per un importo pari alla metà (€
166.824,10). L’opera rientra nel programma di interventi finalizzati alla
messa in sicurezza e alla regolazione dei flussi di traffico automobilistico
e ciclopedonale di alcune intersezioni stradali particolarmente importanti
per la mobilità, mediante la costruzione di alcune rotatorie, il recupero
funzionale della planarità stradale e la periodica manutenzione della
segnaletica stradale. In particolare, il progetto deriva dalla necessità di
mettere in sicurezza, regolare i flussi di traffico e limitare la velocità
degli autoveicoli che attraversano l’intersezione stradale tra le tre vie,
nonché di velocizzare e rendere maggiormente sicure le immissioni e le
svolte degli autoveicoli soprattutto nelle ore di punta del traffico
cittadino. Al contempo si prevedono interventi per una maggiore sicurezza
dei pedoni e accessibilità per le persone diversamente abili.

«Anche in questo periodo di emergenza pandemica da Coronavirus siamo attenti
alle occasioni di finanziamento per progetti già in cantiere. E così
sfruttiamo l’opportunità offerta da questo avviso pubblico per chiedere un
cofinanziamento per un intervento che mira a mettere in sicurezza uno degli
incroci più pericolosi della nostra città alla pari di altri interventi già
effettuati in passato», afferma l’Assessore Pennetti.