Nel suo consueto aggiornamento quotidiano, il Primo Cittadino rivolge un pensiero agli ambulanti del mercato settimanale e, ai medici, che hanno a cuore la qualità dell’aria a Monopoli, chiede di collaborare

Buonasera a tutti cari concittadini,
Eccoci qui col nostro appuntamento.

🔴 Oggi è il settimo martedì che non si tiene il mercato settimanale.
La prima settimana gli ambulanti nell’incertezza del momento hanno autonomamente scelto di rimanere a casa, poi è intervenuta la decisione del governo centrale e sono stati obbligati a farlo.
Gli ambulanti sono i commercianti più “nomadi”, non hanno una serranda da alzare ma hanno dei posti da occupare; non hanno un negozio da allestire ma ogni giorno hanno un furgone da caricare e scaricare ed una bancarella da montare e smontare; non lavorarono con i termosifoni o con l’aria condizionata accesi ma lo fanno col sole, con il vento e con la pioggia, loro iniziano la giornata mediamente alle 5:30 per essere pronti per la vendita un paio d’ore più tardi e ad anche loro hanno la clientela fissa, quella che passa per un saluto, quella che deve trattare il prezzo ad ogni costo e quella che da un’occhiata durante la passeggiata mattutina.
Scusate se mi sono dilungato molto ma mi andava questo martedì sera di fare sentire agli ambulanti e a tutti quelli a cui il mercato manca, la mia vicinanza.
La vostra riapertura non dipende da me ma sappiate che il primo martedì che riapriremo passerò a salutarvi ad uno ad uno, non ci stringeremo la mano ma la mia presenza indicherà che Monopoli è pronta in sicurezza a ripartire anche con il suo mercato!

🔴 Oggi ho letto di una iniziativa di alcuni medici monopolitani, i quali si stanno accordando per presentare un esposto alle autorità competenti in relazione ai miasmi.
Considerando che l’interesse comune è quello di fare chiarezza, in qualità di Sindaco, garante della tutela della salute dei miei cittadini, chiedo ufficialmente loro di collaborare mettendo a disposizione le loro compentenze.
I nostri lavori come amministrazione stanno andando avanti quindi sarei orgoglioso di avere anche loro al mio fianco in questa vicenda.

Adesso vi lascio con il mio solito invito, restiamo a casa e i nostri sacrifici non saranno vani.
P.s. Per chi mi insulta: vi capisco!! Anche io rivoglio la LIBERTÀ!!!😉😉