ULTIM’ORA – Il Sindaco di Monopoli torna ad aggiornare sulle condizioni di salute dei monopolitani positivi al Coronavirus

Il consueto aggiornamento quotidiano del Primo Cittadino

Nel suo consueto aggiornamento quotidiano sull’emergenza Coronavirus, il Sindaco di Monopoli Angelo Annese si sofferma a parlare del calo di ben cinque punti percentuali della raccolta differenziata in quest’ultima settimana, ricordando la presenza di videotrappole sul territorio.

Il Primo Cittadino è poi tornato ad aggiornare sulle condizioni di salute dei monopolitani positivi al Coronavirus e si è soffermato sul corretto uso dei DPI.

Buonasera a tutti cari concittadini.

Anche questa sera parto con un argomento che esula dall’emergenza Covid.
Nell’ultima settimana, la raccolta differenziata ha perso 5 punti percentuali, passando dal 78 al 73% perché sono state bonificate molte aree, raccogliendo diverse tonnellate di rifiuti abbandonati.
Ma cosa succede???
Qualcuno, a dispetto dei divieti, si sta scatenando col lancio del sacchetto selvaggio?
Vi ricordo che le videotrappole sono ancora, e più che mai, funzionanti e le sanzioni continueranno ad arrivare.
Il nostro territorio è grande e non riesco a tappezzarlo di videosorveglianza; per questa ragione, ho bisogno della collaborazione di tutti e mi affido, ancora una volta, al vostro buon senso.
Abbiamo un servizio che finalmente funziona, abbiamo degli operatori sempre presenti che garantiscono la pulizia della nostra città ai quali va il mio infinito grazie, a voi chiedo solo CIVILTÀ.

Adesso voglio aggiornarvi sulle condizioni dei nostri concittadini positivi al coronavirus.
La prima signora, ricoverata al policlinico, molto lentamente migliora. Appena avrà modo di parlare al telefono, la chiamerò per farle i nostri auguri.
La seconda signora in cura a casa sta bene, non ha più alcun sintomo ed attende di fare il primo tampone di controllo per sapere se ha debellato il virus.
I due pazienti contagiati nella clinica a Putignano restano asintomatici.
Il signore proveniente dall’estero ricoverato al policlinico è in miglioramento.
La signora che lavora in ospedale è a casa ed ha lievi sintomi.
Sono quasi tutti dati positivi che attendo che migliorino ancora.
Come sempre, a tutti, va il nostro augurio di pronta guarigione.

Stasera voglio condividere con voi dei consigli che ho ricevuto da un infermiere monopolitano, Vittorio, che mi ha suggerito di sensibilizzare la cittadinanza al corretto uso dei DPI.
– Indossare la mascherina coprendo anche il naso, non solo la bocca.
– In caso di utilizzo di mascherina chirurgica mantenere comunque la distanza minima di un metro.
– In caso si indossino maschere con filtro (che hanno una durata) tenere conto che è protetto chi la indossa, ma non chi gli è vicino che respira le esalazioni emanate attraverso il filtro; queste mascherine devono aderire perfettamente al volto altrimenti non funzionano.
Rispetto ai guanti invece:
– I guanti vanno indossati, ma quando rimossi vanno comunque sempre lavate le mani secondo le regole.
– Con i guanti non toccarsi nulla, soprattutto il volto. Cambiarli frequentemente e tra un cambio ed un altro, utilizzare gel idroalcolico (amuchina o similari) o meglio, lavarle; così come quando si rimuovono definitivamente.

Adesso vi lascio con una mia riflessione.
ATTENZIONE. Voglio ricordare a tutti che vedersi con i propri parenti potrebbe significare contagiare e contagiarsi.
Partiamo dalla considerazione che:
1. Non sappiamo se noi siamo positivi (magari asintomatici) al coronavirus
2. Non sappiamo se i nostri parenti sono positivi (magari asintomatici) al coronavirus
3. Non abbiamo certezza di non poter contagiare o di non poter essere contagiati
L’unica possibilità è quella di restare con i nostri conviventi così limitiamo la possibilità di essere contagiati o di contagiare.
Il virus può camminare sulle nostre gambe come sulle gambe di tutti.
Per favore, non portiamolo a spasso.