Un viaggio a ritroso nel tempo alla riscoperta del passato, tra vecchie usanze e tradizioni ormai dimenticate, tra arti e antichi mestieri, musiche e canti e, gustosi piatti della nostra tradizione culinaria

Ogni volta è come se fosse la prima; acquista un sapore nuovo, d’altri tempi e si è accompagnati dalla stessa identica rinnovata gioia di sempre nel visitare il Presepe Vivente che la comunità della Parrocchia SS Trinità in San Francesco da Paola (guidata dal parroco Padre Miki Mangialardi) è tornata a riproporre per la XXIV^ edizione in occasione delle festività natalizie.

Ed è infatti proprio nel giorno del Santo Natale che il villaggio ha (ri)aperto le sue porte ai suoi visitatori, affinché numerosi possano, guidati dalla stella cometa, ripercorrere, anche quest’anno, il cammino che li conduce davanti a quella capanna di Betlemme in cui nacque Gesù e proprio, come i Magi, prostrarsi ed adorare la Sacra Famiglia, rivivendo un meraviglioso viaggio a ritroso nel tempo alla riscoperta del passato, tra vecchie usanze e tradizioni ormai dimenticate, tra arti e antichi mestieri, musiche e canti e gustosi piatti della nostra tradizione culinaria; elementi che rievocano i nostalgici ricordi dei nostri avi: quegli intensi momenti di vita vissuta tra lavoro e focolare domestico.

LE PROSSIME APERTURE

Il Presepe Vivente sarà visitabile anche il 28 e 29 dicembre 2019 (in concomitanza si terrà la “sagra della trippa e fagioli”), il 1°, 4, 5 (previsti l’arrivo dei Re Magi alle ore 11 e la “sagra dell’orecchietta”) e 6 gennaio 2020, dalle ore 18:30 alle 21:00. 

È ammirabile anche il presepe artistico realizzato nel chiostro del convento da padre Gianni Dicosola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.