Music Lab, Food Lab e nuovo Infopoint realizzati grazie allo Smart-in Puglia Community Library

L’11 novembre rappresenta una data importante per la Biblioteca Civica “Prospero Rendella” di Monopoli che, a due anni dalla sua riapertura, lunedì mattina ha inaugurato tre nuovi spazi: il Music Lab, il Food Lab e il nuovo ufficio di Infopoint Turistico attrezzato nella Sala dei Pescatori della Rendella, realizzati grazie al contributo dell’avviso pubblico “Smart-in Puglia Community Library”, al quale il Comune di Monopoli ha partecipato.

Alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura e al Turismo Loredana Capone, del Sindaco di Monopoli Angelo Annese, dell’Assessore alla Cultura Rosanna Perricci e dell’Assessore al Turismo Cristian Iaia è stata anche presentata la nuova brand identity della biblioteca, realizzata da Nicola Miulli Creations e caratterizzata da un font che evoca il rapporto fra la Rendella, il mare e il vento. La nuova sede dello IAT è situata infatti in un edificio che in passato ha ospitato il mercato ittico e dalle stanze di lettura della Rendella si gode di un panorama unico dell’area portuale. Per l’occasione sono inoltre state intitolate due sale ai personaggi più illustri della storia della biblioteca civica: quella di Storia Locale a Luigi Russo e il soppalco a Prospero Rendella.

I NUOVI SPAZI

Il Music Lab, adiacente all’atrio della biblioteca, è la nuova casa della musica della Rendella, con sale e strumentazioni dedicate. Il Food Lab, posto al primo piano, ha il duplice ruolo di spazio ristoro per i fruitori della biblioteca, godendo di una terrazza panoramica affacciata sul Porto Vecchio e di un laboratorio di cucina. Gli spazi dell’ex mercato ittico, fra piazza Garibaldi e via Porto, sono stati invece destinati alla nuova sede dello IAT: quello principale di via Garibaldi infatti negli ultimi anni si è rivelato inadeguato per dimensioni alla grande affluenza di visitatori. Ora si potrà usufruire di uno spazio di circa 250 metri quadri. Per rispettare la storia di questi ambienti, il Comune ha predisposto un layout che evoca, con le immagini e con le parole, il legame indissolubile che c’è tra la Città di Monopoli, il mare e la pesca. Gli ambienti infatti sono stati allestiti utilizzando le foto dei volti dei pescatori di Monopoli che il fotografo Piero Martinello, presente all’inaugurazione, immortalò nel 2016 in occasione della prima edizione del “PhEST – Festival Internazionale di Fotografia” e che furono esposte all’aperto nel Porto Vecchio della città. Il nuovo IAT in biblioteca offre, oltre che i servizi di informazione e accoglienza turistica istituzionali, anche spazi per la lettura di libri e giornali italiani e stranieri, l’utilizzo di pc per il check-in on line e per le altre necessità dei visitatori, servizio di deposito bagagli e un’area shopping dedicata a Monopoli, alla Puglia e alla Rendella.

«Questa biblioteca – ha commentato l’assessore regionale alla Cultura Loredana Capone –  con i suoi spazi accoglienti, innovativi, vissuti, con i suoi affacci mozzafiato, da un lato il centro storico, dall’altro il mare, può davvero far innamorare». E mentre il sindaco di Monopoli Angelo Annese ha lanciato la nuova sfida, cioè «far vivere la Rendella 24 ore su 24 nei prossimi anni e farne un esempio non solo per la Puglia, ma per tutta l’Italia», l’assessore comunale alla Cultura Rosanna Perricci ha annunciato che lo scrittore Nicola Lagioia collaborerà con una rassegna letteraria che si terrà nei primi mesi dell’anno nuovo a Monopoli, con l’auspicio di una collaborazione anche per il Prospero Fest 2020.

In conclusione, gli interventi della consulente bibliotecaria Antonella Agnoli, del direttore del dipartimento Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia Aldo Patruno e dell’Assessore Regionale Capone, alla presenza della direttrice della Rendella Marianna Capozza e del dirigente Affari generali e Sviluppo locale del Comune di Monopoli Pietro D’Amico.

Al termine degli interventi, contributo musicale a cura del Conservatorio “Nino Rota”.