Deferito un 18enne per spaccio, segnalati 8 giovani assuntori di sostanze stupefacenti e, denunciato in stato di libertà un 45enne per violazione del foglio di via obbligatorio

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno effettuato un servizio straordinario c.d. ad “alto impatto” nel Comune di Mola di Bari, finalizzato alla prevenzione dei reati in genere, contrasto ai crimini predatori, vigilanza degli esercizi commerciali negli orari di chiusura e monitoraggio delle zone interessate dalla movida.

Il servizio si è svolto mediante l’impiego di diversi Reparti fra i quali la Sezione Radiomobile della Compagnia di Monopoli, la locale Tenenza Carabinieri, le limitrofe Stazioni CC di Polignano a Mare e Conversano, la Compagnia di Intervento Operativo dell’11^ Reggimento Puglia  ed equipaggi a bordo di autovettura con targhe di copertura.

Nel corso dei controlli particolare attenzione è stata rivolta alla prevenzione dei reati predatori, otre che ad effettuare una accurata vigilanza sugli esercizi commerciali in funzione antirapina, al controllo di auto e persone sospette per la ricerca di armi o attrezzi da scasso ed a verifiche sul rispetto delle prescrizioni  da parte di tutti i soggetti sottoposti a misure restrittive.

Nella zona della movida sono invece scattati i controlli finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, nel corso dei quali è stato deferito in s.l. tale C.L., di anni 18, studente incensurato, trovato in possesso, nel corso di una perquisizione personale, di 5 gr. di stupefacente suddiviso in hashish e marijuana. Sono stati altresì segnalati alla locale Prefettura, quali assuntori di sostanze stupefacenti,  8 giovani,  frequentatori abituali della movida molese.

Ad essere denunciato in s.l. è stato anche un 45 enne tale D.D., con diversi precedenti per reati predatori, sorpreso mentre si aggirava nelle vie del centro in violazione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Mola di Bari.

In totale sono state identificate 131 persone, controllati nr. 26 individui fra arrestati domiciliari e sorvegliati speciali, effettuate 10 perquisizioni ed elevate nr. 30 contravvenzioni al C.d.S.