61, le vignette esposte sino al 27 ottobre 2019 presso la Sala delle Armi del Castello Carlo V

Il Carabiniere ha, da sempre, rappresentato una figura di riferimento per il cittadino; d’altronde, l’Arma dei Carabinieri è la più longeva delle istituzioni.

A voler rendere omaggio alla Benemerita attraverso una mostra di vignette satiriche dal titolo “CARABINIERI PER SORRIDERE” promossa dalla Confraternita di Misericordia di Monopoli in collaborazione con il Rotary Club Monopoli e l’Associazione Avvocati Tribunale Monopoli ed inaugurata, sabato scorso, nella Sala delle Armi del Castello Carlo V di Monopoli (dove è stata allestita e sarà visitabile sino al 27 ottobre prossimo), è il Maestro Antonio Mariella, Appuntato Scelto Qualifica Speciale dell’Arma dei Carabinieri, insignito del “Riconoscimento Europeo dell’Arte” per la sua opera “La linea infinita” dedicata al sacrificio del Carabiniere.

La mostra è nata su impulso promosso e coordinato dall’Appuntato Scelto Q.S. Francesco Rinaldi e dal Funzionario Dirigente Unep ex Tribunale di Monopoli praticante Avvocato dott. Pietro Sardano che, oltre ad averla organizzata, hanno moderato l’evento di presentazione, che ha visto la presenza del Sindaco Angelo Annese e dell’Assessore alla Cultura Rosanna Perricci.

PERCHÈ “CARABINIERI PER SORRIDERE”

L’autore ha già realizzato diverse esposizioni in ambito nazionale e pubblicato testi e calendari realizzando vignette sui Carabinieri.

In mostra, c’è solo: «una parte – ha spiegato Mariella in occasione del vernissage – delle vignette che ho raccolto in questi anni: circa 2-3 mila»; vignette che: «nascono per ridare un sorriso ai colleghi e per rappresentare di quanta umanità è formato questo militare, alla gente. Il carabiniere – ha raccontato l’autore – è una persona normalissima con pregi e difetti; persone che scelgono di dedicarsi a questo lavoro come missione, una missione che dura per tanti anni».

E “Carabinieri per sorridere” nasce anche: «per far conoscere a tutti qual è la nostra missione».

Nella saletta che conduce nei meandri del Castello Carlo V sono state rappresentate alcune specialità dell’arma ed è stato rappresentato il Carabiniere sul territorio nelle varie città italiane con usi e costumi con vignette tratte da una rubrica che l’autore ha intenzione di continuare e di dedicarne una su Monopoli.

All’ingresso della Sala delle Armi, invece, sul lato destro sono rappresentate vignette per i ragazzi che sono molto conoscitori dei cartoon: «ho sostituito i personaggi dei cartoon con il Carabiniere – ha spiegato Mariella – in questi con lo sfondo bianco volevo rappresentare i vari caratteri dei Carabinieri».

«In ogni disegno, c’è un messaggio» ha infine precisato l’autore: «difficilmente metto una didascalia; lascio libera interpretazione. Non voglio imporre il significato dei miei disegni».

Questo slideshow richiede JavaScript.

Biografia dell’autore, Appuntato Scelto Q.S. Antonio MARIELLA

Nato a Molfetta nel 1964, a sei anni si trasferisce a Casamassima (BA), paese originario del padre.

Dal 1978 al 1983 frequenta l’Istituto d’Arte Pino Pascali di Bari
e consegue i diplomi di Maestro d’Arte e Arti applicate.

Nel 1984 si arruola nell’Arma dei Carabinieri e, a fine corso, acquisita la specializzazione di fotografo, è trasferito a Larino (CB) dove presta servizio sino al 1990, per essere poi impiegato presso la Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura di Bari, sino all’ aprile del 2016.

Nel dicembre del 1987 ottiene, per una sua opera dedicata al sacrificio dei Carabinieri (La linea infinita), il Riconoscimento Europeo dell’Arte.

L’impegno di Carabiniere però non gli lascia molto spazio per l’attività artistica che continua a coltivare con lunghi intervalli.

Nel settembre del 2005, raccoglie in una mostra personale le sue opere realizzate durante la carriera militare dal titolo “Forme e colore espressione del sentimento”.

Nel maggio del 2008, in Cellamare (BA), ottiene il primo premio all’estemporanea dal titolo “Sant’Amatore”.

Dal 2011 al 2019, realizza una serie di calendari satirici dal titolo “Carabinierando” (l’arte di svolgere una professione).

Nel 2014, inizia la sua collaborazione con la rivista “Il Carabiniere” realizzando vignette dal titolo “Saluti da….” che vede protagonisti i Carabinieri nelle varie località italiane.

Realizza una tela dal titolo “Nassiriya” che dona al Comando Legione Carabinieri Puglia ed espone le sue tavole satiriche e tele in una mostra dal titolo “Il mio mondo”.

Nel 2016, presenta al pubblico una carrellata di vignette satiriche dedicate ai Carabinieri nonché il libro “Sorrisi da un Carabiniere”.

A marzo 2017 viene pubblicato il libro “Carabinieri per sorridere” edito dall’editoria del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

Nel novembre 2017, a Firenze, nella sala Pegaso della Regione Toscana espone tiene una mostra dal titolo “Sorrisi da un Carabiniere” e riceve il premio APOXIOMENO 2017 per l’Arte.
Ad aprile e maggio 2018 nei comuni di Montevarchi (AR) e Subbiano (AR) espone una mostra delle sue tavole dal titolo “Carabinieri per sorridere”.

A maggio 2018, viene pubblicato il secondo volume di “Carabinieri per sorridere” presentato a Genova, nel teatro Politeama Genovese.

Attualmente presta servizio presso la Sezione di P.G. Carabinieri della Procura della Repubblica di Bari e collabora con il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri per la realizzazione di progetti grafici.