Giuseppe Danese annuncia: “Domenica si esce in mare”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nuovi striscioni sono stati collocati, nella mattinata di domenica scorsa, sui pescherecci ormeggiati al Porto dai pescatori della marineria monopolitana ancora in sciopero contro le stringenti normative europee in materia di pesca.

Martedì, invece, le marinerie pugliesi – da Manfredonia a Taranto – hanno manifestato a Monopoli, dando vita ad un corteo che, da Cala Batteria, percorrendo via Nazario Sauro e proseguendo in zona Sacro Cuore, è giunto in Piazza Vittorio Emanuele II, dove si è data lettura della lettera inviata all’attenzione delle istituzioni europee.

Alla manifestazione hanno partecipato anche il Sindaco Angelo Annese, il segretario cittadino della Lega Pietro Barletta e, i consiglieri comunali leghisti Giuseppe Campanelli, Franco Leggiero (neo riconfermato Consigliere Metropolitano), Vincenzo Laneve, Stefano Lacatena (“Monopoli al Centro”) e Silvia Contento (“Contento per Monopoli”).

Lo sciopero si protrarrà ancora fino a domani: «domenica, si esce in mare aspettando quel che sarà» ha infatti annunciato Giuseppe Danese in rappresentanza della marineria monopolitana.

«Abbiamo intrapreso una strada col Presidente della Regione – spiega Danese – dove noi dobbiamo fare una ricerca parallela a quelle che vanno fatte, nostra, con biologi riconosciuti dallo stato italiano, per poter dimostrare la diversità del nostro pesce rispetto a quello di altri mari, ma più di tutto la tipicità dei fondali fangosi e sabbiosi a cui non apportiamo nessun danno. Già oggi (15 ottobre 2019, ndr) il Direttore Generale della pesca – ha aggiunto – sta incontrando il Commissario Europeo e giovedì (oggi, ndr) incontrerà noi. E poi giovedì 24 il Ministro, dopo che si consulterà con il Commissario Europeo, incontrerà le associazioni di categoria».

Questo slideshow richiede JavaScript.