Giovedì 19 settembre alle ore 18,30 nella biblioteca “Prospero Rendella”

Giovedì 19 settembre alle ore 18.30 in biblioteca, il professore Michele Suma presenterà il romanzo di Mario Recchia dal titolo “Un uomo, due vite. Una tragedia che diventa una poesia d’amore”. Interverrà l’Assessore alle Politiche Culturali Rosanna Perricci.

L’AUTORE – Mario Recchia è nato a Monopoli nel 1951, e nel 1963 si è trasferito a Firenze. Ha fondato e dirige la compagnia teatrale “La Carrozzella” che raccoglie attorno a se attori e attrici che condividono la sua passione. Uno dei suoi lavori “‘N Casa di fiaccheraio” è stato premiato al concorso biennale fiorentino Firenze alla ribalta. Si diletta anche di cinema ed ha volto in versione cinematografica “Amleto ‘i vinaio”, e scritto, realizzato curandone la regia, rappresentato e prodotto in proprio “L’ultimo volo del gabbiano” film drammatico poliziesco. “Un uomo, due vite” è uno dei suoi romanzi.

IL LIBRO – Chi è in realtà il feroce assassino della prostituta Virginia? Riuscirà Ambreus l’austriaco, braccato dalla polizia e a sua volta cacciatore a compiere la propria vendetta, o soccomberà sotto il fuoco delle forze dell’ordine? Ambrogio, rapinatore in pensione, vive una vita tranquilla e riparata assieme a Virginia, in un vecchio edificio sui Navigli milanesi. Ma quando, tornando a casa, la troverà nella vasca da bagno, orribilmente trafitta da una moltitudine di pugnalate, l’unica opzione sarà la fuga in Austria, patria della defunta madre. In un crescendo emotivo, la latitanza di Ambrogio si evolverà in doppia vita, in un alternarsi fra la dolcezza di un nuovo amore e il doloroso e amaro desiderio di vendetta.