Il cantautore bolognese ha infiammato Piazza Vittorio Emanuele II

Entusiasta di tornare in Puglia in occasione della seconda edizione del Festival Costa dei Trulli (che coinvolge i comuni di Monopoli, Fasano, Conversano, Alberobello, Castellana Grotte), ieri sera, nell’ambito dei solenni festeggiamenti cittadini estivi in onore della Madonna della Madia, il cantautore bolognese Luca Carboni è stato in concerto a Monopoli, dove ha portato il suo “Sputnik tour”, regalando ai migliaia di spettatori presenti un emozionante viaggio musicale con il suo pop d’autore.

Nel corso della serata concerto, ad ingresso gratuito, Carboni ha ripercorso la sua lunga carriera.

SU LUCA CARBONI

Il pop d’autore di Carboni nel live sorprende con uno show colorato, in cui le immagini raccontano e amplificano il lavoro musicale che vive di una scaletta con i grandissimi successi e le canzoni, sempre ai vertici delle classifiche radiofoniche, degli ultimi due progetti POP-UP e SPUTNIK.  Un percorso nel tempo, in cui è possibile ascoltare anche sonorità diverse, appartenenti ad altre epoche.  Il viaggio musicale di LUCA CARBONI partito negli anni ‘80 continua fino ad oggi con grande successo nel segno dell’attualità, aperto alle collaborazioni con gli artisti della nuova scena italiana (Calcutta, Tommaso Paradiso, Giorgio Poi) tanto che il 26 maggio sarà ospite a Milano al MI AMI Festival – dedicato alla pluralità dei generi e alla scoperta – per un concerto molto atteso che si preannuncia davvero speciale. Con SPUTNIK un album potente, diretto, essenziale uscito a giugno LUCA CARBONI si è confermato ancora una volta uno straordinario hit maker con testi ironici e nello stesso tempo profondi, un suono che è impossibile togliersi dalla testa: l’artista conosce alla perfezione l’arte del POP. SPUTNIK è un disco 100% Carboni, fatto di nove canzoni perfette che raccontano al meglio il suo sguardo, l’oggi e lascia poco spazio a nostalgie passatiste, ma piuttosto si concentra sul presente e guarda con occhi aperti e la giusta vena di poesia il futuro. Da maggio non solo il concerto al MI AMI ma fino all’estate anche nuovi live nei festival e nelle piazze delle città italiane e dei luoghi di vacanza. Con lui sempre la sua band con Antonello Giorgi alla batteria, Ignazio Orlando al basso, Mauro Patelli e Antonello D’Urso alle chitarre, Fulvio Ferrari Biguzzi alle tastiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.