L’ultimo, quello di un uomo che, tuffandosi, ha sbattuto la testa su di uno scoglio

Una serie di salvataggi in mare sono avvenuti, lo scorso fine settimana, ad opera dei bagnini di salvataggio Vito Rotondo e Samuele Ippolito di “Elia” in località Capitolo a Monopoli a causa delle condizioni meteomarine avverse.

Dopo il recupero di una signora sulla cinquantina dal largo che non riusciva più a tornare a riva a causa delle forti correnti e di un tredicenne olandese svenuto in acqua fortunatamente nei pressi della postazione di salvataggio di sabato e, il soccorso di una donna sulla quarantina d’anni che aveva perso i sensi per un calo di pressione di domenica da parte, l’ultimo di lunedì ha visto protagonista un uomo che,  avrebbe ignorato la bandiera rossa (indicante pericolo per la balneazione) ed il mare grosso, tuffandosi dalla scogliera e sbattendo la testa su di uno scoglio.

Immediato l’intervento del bagnino di salvataggio che si è subito precipitato ad aiutare la vittima, portarla su e prestargli i primi soccorsi in attesa dell’arrivo dei sanitari del 118, che ne hanno predisposto il trasferimento presso l’Ospedale “San Giacomo” di Monopoli.

Avvenimenti che hanno indotto i due intrepidi bagnini a lanciare un accorato appello: “Bisogna sempre osservare la bandiera esposta – afferma Vito, aggiungendo – ed ascoltare sempre ciò che viene detto dai bagnini”. “Disobbedire – prosegue Samuele – non è un motivo di orgoglio; significa mettere a repentaglio la propria sicurezza – spiega, concludendo – serve molta prudenza in mare“.