Chiusure AQP, proficuo incontro tra ente e Fenimprese

L’intervista al delegato locale Pietro Minoia

Questa mattina, una delegazione di amministratori condominiali di Monopoli e Polignano a Mare ha potuto incontrare presso la sede dell’AQP di Via Cognetti il Presidente on. Simeone Di Cagno Abbrescia, il Direttore Reti ed impianti la Dott.ssa Portincasa Francesca, il Direttore Commerciale Dott. Silvano Vincenzo e il Direttore dell’ufficio legale Avv. Savino, al quale sono state esposte tutte le problematiche che il settore professionale degli amministratori di condominio ha per l’elaborazione, l’incasso delle somme riferite alle bollette e i rapporti con l’azienda. L’occasione sollecitata dal delegato cittadino di Fenimprese, Pietro Minoia, è stata un primo passo per tentare di rimettere ordine dopo che nelle scorse settimane, la putata politica di gstione delle morosità da parte dell’ente ed il subentro nella gestione delle chiusure di una società esterna, aveva determinato non pochi problemi ai cittadini e agli amministratori condominiali.

“Spingere sull’acceleratore ha determinato un caos generalizzato – spiega Pietro Minoia di Fenimprese, promotore dell’incontro – con chiusure anche in impianti condominiali dove erano in corso rateizzazioni. In molti casi entro poche ore l’emergenza è rientrata ma la situazione ha prodotto discredito nei confronti dei professionisti che eseguono con serietà e non poche difficoltà il proprio lavoro”.

Problemi di comunicazione, quindi, ma anche altre questioni che gli amministratori contano di portare al tavolo del confronto con l’ente per rendere più fluida l’interazione a beneficio di tutti. Un passo avanti, insomma, che potrebbe portare ulteriori benefici attraverso un cronfronto tra professionisti e tra la categoria e l’ente.

“Il primo passo – conclude Minoia – appare senz’altro positivo ma siamo soltanto all’inizio. Riteniamo di poter fare molto di più e riuscire a fare corpo unico è certamente un incentivo a proseguire”.

L’INTERVISTA
Come già detto, nelle scorse settimane, il cambio di politica adottato da AQP spa rispetto alle situazioni di morosità che riguardano i condomini. Stamattina a Bari, in via Cognetti un incontro con l’ente da parte di una delegazione di amministratori di Monopoli a seguito di una richiesta inoltrata da Fenimprese, tramite il suo delegato locale Pietro Minoia.

1- L’allarme lanciato rispetto alle questioni acquedotto pugliese è rientrato? O rimangono dei problemi da sanare?
L’allarme è rientrato in parte. Spiego meglio. L’AQP ha esternalizzato il servizio di chiusura impianti idrici, ma non ha ben analizzato quelle che potevano essere le problematiche degli utenti finali che siano essi condominii o privati. In sostanza in “corso d’opera” ha affinato le modalità di relazione Amministratori condominiali – AQP e AQP – Azienda addetta alle chiusure. Le problematiche da sanare rimangono e non sono poche.

2- Vogliamo ricostruire brevemente quello che era accadute nelle scorse settimane relativamente alla gestione “professionale” nei confronti di AQP?
Nelle scorse settimane accade che senza avere nessuna comunicazione ne preavviso, che portava a conoscenza gli amministratori di condominio che cambiava la metodologia di chiusura ed esternalizzazione del servizio, gli amministratori condominiali si vedevano chiudere impianti condominiali ove erano stati eseguiti i pagamenti o accordate rateizzazioni e per lungaggini burocratiche dell’azienda AQP la documentazione non risultava agli atti aziendali. Tant’è vero che l’80% delle chiusure veniva ripristinata nell’arco delle 12 ore, la tempistica di produrre presso gli sportelli la documentazione in possesso degli amministratori. Il che ha prodotto discredito nei confronti dei professionisti che eseguono con serietà e non poche difficoltà il proprio lavoro.

3- A seguito del giro di vite dell’AQP gli amministratori avevano chiesto più volte di interloquire con l’ente. Alla fine questo è avvenuto? Quali risultati sono emersi?
Dopo aver chiesto più volte di interloquire con l’ente, il Presidente di AQP Spa On. Simeone Dicagno Abbrescia ha accolto l’invito di Fenimprese Monopoli in persona del sottoscritto oltre ad una delegazione di amministratori. In definitiva oggi si è tenuto l’incontro presso la sede di Via Cognetti alla presenza oltre che del Presidente, del Direttore Reti ed impianti la Dott.ssa Portincasa Francesca, il Direttore Commerciale Dott. Silvano Vincenzo e il Direttore dell’ufficio legale Avv. Savino al quale sono state esposte tutte le problematiche che il settore professionale degli amministratori di condominio ha per l’elaborazione, l’incasso delle somme riferite alle bollette e i rapporti con l’azienda. In conclusione abbiamo chiesto l’apertura di un tavolo tecnico per approfondire e concordare operazioni, servizi e metodologie che aiutino all’amministratore ad operare con trasparenza e senza essere additato di colpe che non sono riconducibili allo stesso.

4- Il percorso tracciato dal tavolo tecnico qual è?
L’Aqp ha accolto l’apertura del tavolo tecnico di confronto e adesso è compito degli amministratori portare sul tavolo in maniera capillare tutte le disfunzioni che non ci permettono di operare in maniera adeguata, in primis la comunicazione dei pagamenti in tempo reale e cosi via…. A stretto giro con degli incontri aziendali cadenzati cominceremo a lavorare sulle soluzioni a detti problemi.

5 – Il fronte comune degli amministratori ha pagato? Se si quale via intravede per compattare la categoria e quali strumenti intende adottare…
Il fronte comune degli amministratori condominiali a portato a casa un ottimo risultato, promosso da Fenimprese Monopoli con non poche problematiche e tanto scetticismo nel accoglimento del confronto da parte di AQP Spa. Oggi possiamo dire che grazie al risultato la categoria diventa ancora più unita, continua ad aggregare professionisti ed ad uniformare metodologie e prassi professionali per la gestioni di immobili, tenendo presente la complessità di una materia che da non avere una legiferazione passa ad una continua evoluzione e difficoltà di gestione sotto tutti i profili che essa contiene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.