Individuato un gruppo di pregiudicati “baresi”, provenienti dal Quartiere San Paolo

Nel corso delle specifiche attività di monitoraggio per i furti nelle contrade di Monopoli è stata individuato un gruppo di pregiudicati “baresi”, provenienti dal Quartiere San Paolo.

In particolare, una unità operativa della Polizia di Stato di Monopoli, mentre era di pattuglia lungo la statale 16 nella corsia Nord, notava il transito di un’auto sospetta che riusciva a fermare all’altezza dello svincolo per Conversano.

Nella Fiat Punto controllata ed occupata da 2 persone, infatti, a seguito di perquisizione del mezzo, venivano rinvenuti atti idonei a scassinare abitazioni, nonché due apparati radio accesi.

Entrambi gli occupanti risultavano avere precedenti per furti in abitazione e l’approfondimento degli accertamenti consentiva di stabilire che uno di loro(V.F. di anni 56) era anche sottoposto all’avviso orale aggravato da parte del Questore di Bari.

Veniva effettuata una perquisizione al mezzo all’interno del quale veniva trovato il materiale per compiere furti ben occultato. Uno dei due era anche privo di documenti e pertanto veniva sottoposto a rilievi fotodattiloscopici a cura della Polizia Scientifica. Al termine delle attività il proprietario del veicolo veniva denunciato all’A.G. per il possesso di arnesi atti allo scasso, nonché per la violazione penale all’avviso orale aggravato, avendo lo stesso il possesso di radio portatili, la cui detenzione – in virtù del provvedimento di prevenzione – gli risulta vietata.

Il materiale illecitamente detenuto veniva sequestrato e a carico dei fermati è inoltre stata proposta anche la misura del Divieto di Ritorno nel Comune di Monopoli.